Puglia Imperiale: il sapore del mare e il fascino antico dei castelli federiciani

Lama di Luna Biomasseria

Tra il Gargano e Bari, bagnata dal mare e protetta dalle Murge, la Puglia Imperiale è una regione dal fascino arcaico. Poco apprezzata dal turismo di massa – e a torto -, l’area comprende i comuni di Andria, Barletta, Bisceglie e Trani: grandi centri che si alternano a piccoli borghi medioevali con belle cattedrali, bianchi castelli e campagne verdeggianti, rischiarati dal sole e dal colore rossastro di una terra generosa.

Il nostro itinerario parte da Barletta, nobile centro sorto proprio di fronte al promontorio del Gargano. La città è entrata nei libri di storia per la leggendaria “disfida”, motivo di orgoglio per tutti i barlettani: nel 1503 si scontrarono in una giostra cavalleresca tredici cavalieri italiani e altrettanti francesi. Ogni anno, nell’ultima domenica di luglio, quella sfida rivive: è allora che la città si accende dei colori degli stendardi e dei fuochi delle fiaccole, mentre il corteo di sbandieratori precede dame e cavalieri diretti al fossato dell’imponente castello svevo, dove va in scena la battaglia.
Anche il mare ha un grande fascino: appena oltre i confini del centro abitato si aprono distese di spiaggia finissima, un lungo litorale e fondali per lo più bassi, acque placide e cristalline, ideali per le vacanze con i bambini.

Poco più a sud si incontra Trani, seconda tappa del tour dei castelli federiciani – così noti perché eretti sotto il dominio di Federico II di Svevia nel Duecento. Spruzzata dalla spuma marina, la fortezza di Trani pare abbia ospitato il matrimonio di Manfredi, figlio di Federico II, con Elena d’Epiro.
Se ci si spinge ancora in direzione di Bari, ecco Bisceglie; il suo centro storico è decorato da notevoli testimonianze artistiche medioevali, rinascimentali e barocche. Immancabile il castello svevo, affiancato dalla grande mole quadrata della Torre Normanna, un tempo adibita a scopi difensivi, oggi sede del locale museo etnografico. Intorno alla città si stende il lungo litorale, costellato da insenature, cale, grotte naturali e bagnato da uno dei mari più splendidi di Puglia, premiato con due bandiere blu (spiagge di Scalette e Salsello di Bisceglie). La campagna conserva testimonianze di epoche remotissime: il Dolmen della Chianca, per esempio, è uno dei più famosi e meglio conservati monumenti preistorici d’Italia.

Per dormire, vi suggeriamo il Casale San Nicola, antica residenza appena fuori Bisceglie, in un vasto parco di uliveti secolari. Fra due massicce torri di vedetta, si entra nella corte bianca attraverso l’arco a sesto acuto del portale aperto nella cinta muraria, recante tracce di architettura araba. La storia di questa dimora di campagna inizia nel Medioevo, prima come luogo di preghiera e di riposo e poi come magazzino per i prodotti della terra e come frantoio per l’olio.

Oggi il Casale San Nicola è un elegante albergo composto da 11 camere complete di ogni comfort. Le mura bianche calcaree di Puglia, gli ambienti curati e l’atmosfera raffinata assicurano vacanze di riposo. Si può scegliere fra l’intimità di una Standard, realizzata con materiali naturali fusi con l’antica architettura in pietra, l’eleganza delle Junior Suite, con letto a baldacchino e ampia zona relax con divano, oppure il massimo del comfort della Suite “Alfarana”, dotata di una grande vasca idromassaggio e di un romantico terrazzino con zona salotto.
Gli spazi interni e la grande corte del Casale possono accogliere eventi e ricevimenti, dai meeting di lavoro ai banchetti di nozze, sempre accompagnati dalle proposte enogastronomiche del Ristorante interno: menu ispirati al territorio e curati con amore e passione dall’Executive Chef.

Lasciando Bisceglie e il litorale Adriatico e spingendosi di poco verso l’interno, si raggiunge Andria, a soli dieci chilometri dal mare. Di origini normanne è la bella cattedrale, costruita nel XII secolo e ampiamente rimaneggiata nei secoli seguenti, fino a darle un’impronta tardo-gotica. Ma il simbolo di queste terre è senz’altro Castel del Monte. La sua inconfondibile mole si staglia all’orizzonte, su un colle delle Murge occidentali: è un’imponente costruzione ottagonale, voluta da Federico II e realizzata a partire dal 1240 secondo una curiosa fusione di elementi in stile romano, arabo, normanno e gotico. Si tratta di uno dei più importanti monumenti italiani, nel 1996 riconosciuto dall’Unesco quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, potete soggiornare a Lama di Luna, masseria del XVIII secolo, un tempo abitata da coloni e mezzadri, restaurata in tre anni di paziente lavori e divenuta un’accogliente residenza di campagna per vacanze rigeneranti nel pieno rispetto della natura. Immersa in quasi duecento ettari di uliveti, mandorleti e vigneti, coltivati secondo tecniche biologiche, la masseria offre ai suoi ospiti camere ampie e luminose, tutte dotate di camino e affacciate sulla corte interna. L’atmosfera è ancora piacevolmente agreste: le stanze hanno letti in legno massello di pino e di olivo o in ottone dell’Ottocento; i materassi sono in lattice naturale, le lenzuola e gli asciugamani di cotone grezzo, i lavandini in terra corta. Tutto è stato pensato per rispettare l’ambiente: l’acqua è riscaldata dai pannelli solari, mentre l’intero edificio è stato ristrutturato con soli materiali naturali, nella salvaguardia dell’architettura originale. La giornata inizia dalla colazione gustata all’ombra della veranda e fatta solo di sani prodotti. La filosofia di questa biomasseria la si coglie fra la natura, a piedi o in mountain bike lungo gli itinerari suggeriti, seguendo le lezioni di pratiche agricole biologiche o ascoltando le tante storie sulla vita contadina. L’ampia sala-libreria assicura ai suoi frequentatori ore di relax assoluto, fino a giungere alla sera, quando le luci si spengono lasciando il posto ad un cielo infinito di stelle.

Come ogni anno, dal 26 agosto al 5 settembre Andria ospita il Festival Internazionale Castel dei Mondi, un appuntamento imperdibile con il teatro italiano e non: una ricca serie di spettacoli, incontri, aperitivi e concerti.

Casale San Nicola    Casale San Nicola - Camera    Lama di Luna Biomasseria - Corte    Lama di Luna Biomasseria - Camera

Lama di Luna Biomasseria - Veranda    Bisceglie    Castel del Monte    Cattedrale di Trani

25 agosto 2010  |  categoria: Itinerari nelle Dimore

Lascia un commento