Cosa vedere nel Chianti

Panorama del Chianti

Lasciatevi Firenze alle spalle e scendete verso le colline senesi. Benarrivati nel Chianti, grande patria vitivinicola e meta toscana preferita da chi desidera trascorrere qualche giorno in campagna fra vigneti e uliveti. Vediamo insieme cosa vedere lungo la Via del Chianti.

Barberino Val d’Elsa

Nel Chianti fiorentino, fra Firenze e Siena, lungo l’antica via Cassia, su una lieve altura della Val d’Elsa, ecco Barberino. Il borgo ha un’impronta medievale e una forma ellittica segnata dalla cerchia di mura fortificate. Due sono le porte che dànno accesso al borgo, porta Romana, ancora integra, e porta Fiorentina, ricostruita. Cuore pulsante del paese è Piazza Barberini con il nobile Palazzo Pretorio. Nei pressi di Barberino si trovano ancora le rovine di Semifonte, città che fra il XII e XIII secolo diede del filo da torcere a Firenze, prima di essere rasa al suolo dai rivali.

Hotel consigliati: La Canonica di Cortine

Greve in Chianti

Il paese è ritenuto la porta d’ingresso al territorio del Chianti Classico. Sorge alla confluenza fra la strada Chiantigiana, quella per il Valdarno e quella per la Val di Pesa. Il suo gioiello è la piazza: la riconoscerete perché al suo centro troneggia una grande statua di Giovanni da Verrazzano, navigatore nato nel castello di famiglia della Val di Greve: fu lui nel Cinquecento a scoprire la baia di New York. Già nel Medioevo la piazza ospitava il mercato del borgo e ancora oggi, ogni sabato mattina, l’appuntamento si rinnova. La piazza ha una forma particolare, quasi triangolare, e i suoi tre lati sono chiusi da altrettanti portici, sotto cui si aprono le porte delle botteghe artigiane, delle enoteche, dei ristoranti e dei negozi di prodotti tipici. Sulla piazza s’affacciano anche la facciata neoclassica della chiesa di Santa Croce e il Palazzo del Comune.

Radda in Chianti

A circa venti chilometri a sud rispetto a Greve troviamo Radda in Chianti. Siamo in provincia di Siena. Radda è un piccolo borgo tipicamente medievale arroccato su un’altura posta fra le valli del Pesa e dell’Arbia. Le mura antiche proteggono il bozzolo del centro storico, un intrico di viuzze dagli scorci caratteristici. Fra gli antichi palazzi in pietra spicca la piazza del paese con la chiesa di San Nicolò e il quattrocentesco Palazzo del Podestà. Al di fuori delle mura, nei pressi dei giardini comunali, da visitare la Ghiacciaia Granducale.

Hotel consigliati: Hotel Palazzo San Niccolò e Palazzo Leopoldo

Gàiole in Chianti

Sulla strada che dal Chianti porta nel Valdarno sorge Gàiole. Borgo mercatale fin dal Medioevo, Gàiole è tutta raccolta attorno alla sua piazza, intorno a cui sono disposti i palazzotti costruiti fra il Sette e l’Ottocento. Il suo centro storico merita una passeggiata, se non altro per apprezzare l’offerta di vini e prodotti tipici delle sue tante botteghe. Nei suoi dintorni, potete visitare il Castello di Brolio, con il museo della collezione Ricasoli, la Pieve romanica di Spaltenna e la Badia a Coltibuono, un ex monastero convertito in azienda agricola.

Hotel consigliati: Castello di Tornano e Tenuta Borgo Casa Al Vento

Castellina in Chianti

“La strada, dopo il villaggio, si volge a gomito, in salita, come una fetta bianca fra due spianatine di verde; poi, all’improvviso e dritta, precipita per più di un chilometro, tagliata tra i macigni; e allora si vede già tutta la Castellina”. Così Federigo Tozzi nel 1919 raccontava l’itinerario per Castellina in Chianti nel romanzo Con gli occhi chiusi. Ed eccola Castellina, sul dorso di un colle senese, sulla strada Chiantigiana. Origini etrusche e impianto medievale, il borgo ha una possente rocca con un torrione merlato del Trecento. Come altri paesi del Chianti, Castellina ha conservato parte delle sue mura difensive. Sul lato nord potete ancora percorrere il camminamento seminterrato entro cui un tempo risuonavano i passi delle guardie: si tratta della via delle Volte, una sorta di tunnel trasformato in un’affascinante galleria di negozi e locali tipici. Le finestre aperte sotto le volte della via offrono splendide viste della campagna senese. La strada principale di Castellina è via Ferruccio. In questa via trovate Palazzo Squarcialupi e in questo palazzo potete visitare l’Enoteca Antiquaria. Non si tratta di un’enoteca come le altre: l’Enoteca Antiquaria è un vero e proprio archivio storico del vino con migliaia di esemplari di Chianti Classico, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri.

La piazza di Greve in ChiantiIl Castello di Brolio nel comune di Gàiole in ChiantiIl borgo di Castellina in ChiantiLa Canonica di Cortine - Barberino Val d'Elsa (Firenze)

Borgo di Vèscine - Radda in Chianti (Siena)Hotel Palazzo San Niccolò - Radda in Chianti (Siena)Castello di Tornano - Gàiole in Chianti (Siena)Tenuta Borgo Casa Al Vento - Gàiole in Chianti (Siena)

25 settembre 2012  |  categoria: Itinerari nelle Dimore

Lascia un commento