Cosa fare a San Marino? Un viaggio tra enogastronomia e storia

Se vi state chiedendo cosa fare a San Marino, ecco la nostra guida con proposte tra gusto e relax, per godere delle bellezze di uno dei borghi più belli del territorio italiano!

A metà strada tra passato e presente, la Città di San Marino, capitale del minuscolo stato che si trova sì in territorio italiano ma che, a tutti gli effetti, è “all’estero”, è l’ideale per un weekend tra enogastronomia e benessere, sport, storia e shopping.

cosa fare a san marino

Cosa fare a San Marino?

San Marino è il 4° Stato più piccolo d’Europa, situato all’interno dell’Italia tra l’Emilia-Romagna (provincia di Rimini) e le Marche (provincia di Pesaro e Urbino). Il suo territorio ha la forma di un quadrilatero irregolare con rilievo prevalentemente collinare ad eccezione del monte Titano, alto 750 m e costituito da una massiccia placca di calcari arenari risalenti al Miocene..
La Repubblica di San Marino comprende l’alta valle dell’Ausa, la parte sinistra dell’alta valle del Marano e quasi tutta la valle del rio San Marino, tributario del Marecchia.
Tornando a cosa fare a San Marino, con poco più di 30 mila abitanti lo stato è uno dei più antichi del mondo e secondo la leggenda, la sua fondazione risalirebbe al 301, anno in cui un santo, Marino, creò una piccola comunità di cristiani sul Monte Titano. Da allora, il monte e la città di San Marino sono indipendenti, e non sono mai divenuti parte dell’Italia.

Per esplorare la Repubblica di San Marino è bene partire dallo stemma dove è raffigurato il Monte Titano con le tre rocche che dominano la Città. La Prima Torre, detta anche La Rocca o Guaita, risale all’XI secolo, è visitabile tutti i giorni, ed è fra i monumenti più amati del piccolo Stato.
Da qui si possono scorgere le mura merlate della Seconda Torre, Cesta o Fratta, che risale al medioevo e sorge sulla vetta del Monte, punto più alto di San Marino, ospitando il Museo delle Armi Antiche di San Marino, un’armeria che accoglie oltre 700 armi di varie epoche.
Infine la Terza Torre, detta Montale, fu completata nella seconda metà del Quattrocento: è più piccola delle precedenti, ospitava una prigione (Fondo della Torre), e si raggiunge attraverso un piacevole sentiero.

Cosa fare a San Marino, dopo la visita delle antiche torri?
Si parte dal centro storico, cuore pulsante della Repubblica tra case medievali e negozi, con aperture sul paesaggio circostante che regalano un invidiabile panorama fino al mare.

cosa fare a san marino

E poi Piazza della Libertà, sulla quale si affacciano i principali palazzi della città come il Palazzo Pubblico che ricorda un po’ il Palazzo Vecchio di Firenze. Sopra le arcate del suo portico compaiono gli stemmi dei Castelli dell’antica Repubblica: Serravalle, Fiorentino, Faetano e Montegiardino.
E ancora la Basilica di San Marino, risalente all’Ottocento. Secondo la leggenda, San Marino era uno scalpellino originario della Dalmazia, che si rifugiò in un grotta sul Monte Titano per sfuggire alle persecuzioni dei romani e che, prima di morire disse: “vi lascio liberi da entrambi gli uomini“, cioè il papa e l’imperatore, dando vita all’indipendenza di questo piccolo Stato.
Infine la Chiesa di San Francesco, il santuario più antico della Repubblica risalente al Quattrocento, con all’interno il Museo San Francesco, dove sono esposte tele di Raffaello e del Guercino.

Cosa fare a San Marino? Spazio all’enogastronomia

Se cercate, poi, una soluzione che, dopo una giornata di esplorazioni culturali e paesaggistiche, soddisfi anche le esigenze e gli sfizi del palato, ecco la nostra proposta, tra enogastronomia e gusto presso l’Hotel Cesare in via Salita della Rocca.
Qui regna un ambiente unico dove convivono fascino e benessere, nel cuore del centro storico della Repubblica con il Ristorante come punto di forza e anima inconfondibile, in una location incantevole, rilassante e di grande gusto, impreziosita dal calore del camino centrale sempre acceso. Oltre alle specialità romagnole, si possono gustare ottimi piatti, nati dall’incontro della tradizione locale con la ricerca gastronomica sempre in evoluzione.

4 agosto 2017  |  categoria: Itinerari nelle Dimore, Regalati Emozioni

Lascia un commento