I Castelli del Ducato di Parma e Piacenza / 2: dalla Bassa Parmense ai Colli Piacentini

Il Castello di Scipione

Avete letto la prima parte del nostro viaggio fra i Castelli del Ducato di Parma e Piacenza? Ci eravamo lasciati alle porte di Fidenza. Alle spalle della città l’orizzonte ondulato delle colline ci accompagna fino all’Antico Borgo di Tabiano Castello. L’antica fortezza ha mille anni di storia e il fascino della dimora d’altri tempi. Sorge su uno sperone roccioso oltre il borgo e il verde circostante. Nelle giornate di cielo terso, se aguzzate la vista potete ammirare un panorama tanto profondo da arrivare fino alle prime vette delle Alpi.

Trasformato in un relais di lusso, l’Antico Borgo di Tabiano Castello propone suite e appartamenti arredati con mobili antichi, pavimenti in cotto e caminetti. Nelle sue suite troverete anche la vasca idromassaggio, ma non dimenticate il centro benessere del relais: realizzato in una grotta naturale, propone bagno turco, Jacuzzi, sauna e area relax.

Da Tabiano Castello puntiamo in direzione di Salsomaggiore Terme. In dieci minuti siamo nella città della salute. Salsomaggiore è un centro termale rinomato per le qualità terapeutiche delle sue acque salsobromoiodiche, ottime contro le infiammazioni respiratorie.

Alle porte di Salsomaggiore, celato dalla macchia verde del Parco regionale dello Stirone, scorgiamo il Castello di Scipione – visitabile da marzo a novembre e tutto l’anno su prenotazione per gruppi. È uno dei manieri più antichi di tutta la regione. Come il Castello di Tabiano, anche il Castello di Scipione appartenne per lungo tempo alla famiglia dei Pallavicino, nobile casata che governò i destini di queste terre fino al Seicento. Perfetto per una fuga romantica e un rendez-vous d’amore, il Castello di Scipione offre due suite, una nella torre quadrata, l’altra nell’ala orientale del maniero. Nelle stanze troverete ancora i soffitti lignei originali del Trecento e del Seicento, pavimenti in cotto antico, ampi e soffici letti matrimoniali. La vista? Magnifica da entrambe le suite.

Dal Castello di Scipione al Castello di Vigoleno bastano dieci minuti. Vigoleno è un piccolo borgo fortificato in provincia di Piacenza. Spesse mura merlate e possenti torri vi introdurranno alla sua visita – se la giornata è bella, approfittate della passeggiata panoramica sui camminamenti di ronda. Eletto fra i Borghi più Belli d’Italia e premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, Vigoleno spicca fra il verde dei boschi e dei vigneti dei Colli Piacentini. Il Castello di Vigoleno – visitabile tutto l’anno – è un gioiello di eleganza. Sontuosi saloni precedono le suite con vista sul parco a terrazze. Volete provare l’ebbrezza di un soggiorno romantico in una delle torri di guardia? Scegliete le suite Ginevra, Lancillotto o Degli Artisti.

Il nostro viaggio prosegue alla volta di Castell’Arquato. Come Vigoleno, Castell’Arquato può fregiarsi del riconoscimento attribuito ai Borghi più Belli d’Italia. Sulla sommità del suo colle si erge la Rocca Viscontea, inespugnabile fortezza del Trecento con vista panoramica a 360 gradi (aperta tutto l’anno). Camminate mano nella mano lungo le stradine che s’arrampicano fra le strette case del borgo: il centro storico di Castell’Arquato è un gioiello del Medioevo da scoprire passo dopo passo.

Secondo alcune stime, la provincia di Piacenza conterebbe quasi quattrocento fra castelli e antiche fortificazioni. Visitarli tutti è impossibile, ma vagando su e giù per i colli, le valli e le prime alture dell’Appennino, non c’è borgo che non abbia un antico maniero o una torre di guardia. Come ultima tappa del nostro viaggio fra i Castelli del Ducato vi proponiamo Bobbio e il Castello Malaspina Dal Verme - aperto tutto l’anno. Il maniero sorge nella parte alta del borgo. Entrate nel suo cortile interno: da questa posizione rialzata, in un solo sguardo abbraccerete tutta Bobbio e gran parte dell’Alta Val Trebbia. Ancora più famosa del castello è l’Abbazia di San Colombano, uno dei monasteri più potenti d’Europa nel Medioevo grazie al suo scriptorium e alla biblioteca, all’epoca ricca di una collezione di 700 manoscritti.

Antico Borgo di Tabiano CastelloAntico Borgo di Tabiano Castello - Centro benessereIl Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino - SuiteIl Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino - Suite

Castello di VigolenoIl borgo di VigolenoCastell'ArquatoScorcio di Bobbio dal Ponte Gobbo

14 febbraio 2013  |  categoria: Itinerari nelle Dimore

Lascia un commento