Saint Paul de Vence, il fascino irresistibile della Costa Azzurra nel paese degli artisti

Panorama di Saint Paul de Vence

Se cercate un luogo particolare per fuggire dal freddo di questo inverno, dovete puntare alla volta della Costa Azzurra. Appena oltre il confine di Ventimiglia inizia il paradiso delle vacanze francesi. Qui il clima è mite tutto l’anno, anche in pieno dicembre: chi sverna in Costa Azzurra trova sempre tanto sole e temperature gradevoli. L’amenità del paesaggio, la piacevolezza dei luoghi e dei piccoli e pittoreschi villaggi che guardano il mare, la posizione strategica come poche altre hanno portato la Costa Azzurra a diventare la meta scelta da artisti, letterati e dalla bella società francese e non: nei secoli scorsi, hanno soggiornato in Côte d’Azur Napoleone Bonaparte, Guy de Maupassant, Matisse, Picasso e Sartre.

Ma la Costa Azzurra non è solo un lusso per pochi privilegiati. In inverno potete scegliere di soggiornare in uno dei piccoli borghi che punteggiano l’immediato entroterra ancora carezzato dalla brezza tiepida che spira dal mare, là dove iniziano le Alpi marittime. Dalle prime alture potete regalarvi splendide vedute panoramiche e cogliere in uno sguardo solo tutta la bellezza di questa terra di Francia. Salite fino al villaggio di Saint Paul de Vence, caratteristico borgo a pochi minuti da Nizza. Si tratta di un luogo conosciuto da tutti i più grandi artisti, che arrivano qui in cerca di scenari da ritrarre sulle loro tele; incantati da questi luoghi, spesso decidono di trasferire qui la loro residenza e di aprirvi le loro piccole botteghe e gallerie d’arte – Saint Paul de Vence fu il rifugio, fra i tanti, di Chagall e di Prévert.

Romantico e suggestivo come pochi altri borghi tra la Costa Azzurra e l’entroterra della Provenza, da Saint Paul de Vence sono passate tutte le più grandi dive del cinema, a cominciare da Catherine Deneuve, Sophia Loren e Greta Garbo. Il villaggio vi si presenterà dall’alto della sua collina, protetto da una cinta muraria nella quale si apre la Porte Royale, la principale via d’accesso al borgo guardata a vista dal celebre cannone Lacan, storico cimelio che contribuì alla difesa del villaggio dagli assalti dei pirati provenienti dal mare. Nel centro di Saint Paul de Vence si snoda la Rue Grande che vi condurrà fino alla bella fontana, alla chiesa gotica del XII secolo – con la cappella di Saint Clément, capolavoro assoluto dell’arte barocca, e un dipinto attribuito a Tintoretto – e al museo di storia di Saint Paul.

Scoperto (e amato) da Picasso, Chagall, Bonnard e Modigliani, il villaggio si sviluppa tra graziosi vicoli medioevali acciottolati che conducono alle botteghe degli artisti, ai caffè e alle terrazze ombreggiate affacciate sul panorama della Costa Azzurra. Una curiosità. Tra il Café de la Place e la locanda della Colombe d’Or, luogo d’incontro per gli artisti del villaggio, troverete la  pista delle Pétanque, con tutta probabilità la pista da bocce più famosa al mondo: era frequentata spesso da Yves Montand e da Lino Ventura, ma non c’è personaggio famoso che sia passato da Saint Paul de Vence senza giocare almeno una volta in questo luogo.

Non lasciate Saint Paul de Vence senza prima aver visitato la Fondazione Maeght, un piccolo museo considerato uno dei più importanti nel panorama europeo; la fondazione, immersa in un bel giardino, raccoglie autentici capolavori dell’arte moderna e contemporanea appartenuti alla collezione privata di Aime e Margherite Maeght, mercanti d’arte a Cannes. Il museo è frequentato ogni anno da oltre duecentomila visitatori, che arrivano appositamente a Saint Paul de Vence per ammirare le opere di Chagall, è qui la sua celebre La Vie, i capolavori di Braque e di Legere, oltre alle sculture di artisti del calibro di Giacometti e di Mirò.

Nel centro di Saint Paul de Vence non mancano nemmeno le occasioni per un po’ di shopping. Dimenticate i soliti negozi di chincaglierie per turisti; qui troverete solo boutique di grande raffinatezza: a fianco delle gallerie d’arte, piccole enoteche con i vini più conosciuti della Francia meridionale, negozi di stoffe e di erbe provenzali e negozietti di dolci e liquori.

Se poi desiderate concedervi un soggiorno in questo angolo di Provenza baciato dal sole, non vi resta che provare in anteprima l’Hotel Grande Bastide, l’ultima novità di Dimore D’Epoca in Francia. I suoi ambienti eleganti e sofisticati vi stupiranno piacevolmente. Dalle sue doppie o suite potrete affacciarvi sul panorama della Costa Azzurra. Il mare e le località più celebri della riviera sono veramente a due passi. Nizza vi attende con le sue piacevoli promenade ombreggiate dalle grandi palme, lungo le quali si affaccia una serie pressoché infinita di caffè e locali per le vostre serate. A pochi chilometri da qui, Antibes, Cannes e Saint Tropez, mete turistiche di fama internazionale, che non hanno certo bisogno di presentazioni, come del resto la vicina Montecarlo. La Costa Azzurra è pronta per sorprendervi.

Vicolo nel borgo medioevale    Scorcio in una via di Sain Paul de Vence    La Fontana nel centro storico di Saint Paul de Vence    Fondazione Maeght

Hotel Grande Bastide - Piscina    Hotel Grande Bastide - Suite    Hotel Grande Bastide - Reception    Hotel Grande Bastide - Terrazza panoramica

20 dicembre 2011  |  categoria: Scopri i nostri Hotel

Lascia un commento