Alla scoperta di Noli, il piccolo borgo marinaro re del Ponente ligure

Panorama del borgo di Noli

Certo, non fu mai tra le grandi repubbliche marinare che per gran parte del Medioevo si contesero le rotte e il dominio dei mari italiani. Ma dal 1192 al 1797 anche Noli fu la capitale di un piccolo tratto di terra in guerra con la vicina Savona e alleata della più potente Genova. Oggi Noli è fra i Borghi più Belli d’Italia e di quella lontana età ha conservato signorili palazzi preceduti da un fronte porticato verso il mare. Ci troviamo sulla Riviera ligure di Ponente.

Il centro storico dell’antico borgo marinaro s’affaccia sulla baia compresa fra l’isola di Bergeggi e Capo Noli. Riparate dai venti che salgono e spirano dal mare, oltre i tetti di Noli spiccano le torri rosso mattone. Tradizione vuole che ai tempi d’oro della piccola repubblica, il borgo marinaro ne contasse ben 72. Vero e falso che sia, oggi ne restano quattro. La più alta è la Torre del Canto, o dei Quattro Canti: spicca sul mare di tetti del borgo con i suoi 38 metri; sorge nei pressi delle mura interne e si distingue dalle altre per la sua forma trapezoidale, cosa che ne consente di ammirare tre lati in uno sguardo solo, presso il pilastro di destra, all’altezza di Porta San Giovanni. Poco più bassa è la Torre del Comune, adiacente all’antico palazzo comunale, già sede del governo della Repubblica di Noli.

Sulla via che conduce alla Cattedrale del borgo, nelle vicinanze della Torre del Canto, incontriamo la Torre Peluffo, mentre nella parte più a nord dell’abitato, congiunta alle mura del Castello di Monte Ursino, spunta la Torre di Papone, adiacente a Porta Papona. Per raggiungere il castello sul piccolo colle che sovrasta Noli bisogna percorrere gran parte del reticolo di carüggi, le strette vie tipiche della Liguria talora sormontate da piccoli archi in pietra e affiancate da edifici medievali, case-torri e palazzotti signorili. Il castello fu a lungo possesso dei marchesi Del Carretto nel Medioevo, ma quel che vediamo oggi è il risultato di lavori eseguiti dai genovesi nel Cinquecento.

Abbarbicato alle pendici del Monte Ursino sorge il complesso medievale che ospita Residenza Palazzo Vescovile, un tempo dimora dell’alto clero di Noli, oggi incantevole hotel di charme composto da una serie di sale cinquecentesche perfettamente conservate precedute da incantevoli terrazze a mare. Da qui il panorama è fantastico: davanti a voi l’insenatura di Noli, il borgo marinaro e la distesa del mare blu; verso levante, i profili delle Alpi Apuane in lontananza. Per un soggiorno romantico vi attende la Suite Monsignor Galeotto Della Rovere, distribuita su due livelli e impreziosita da preziosi frammenti di affreschi del Quattrocento.

Sulla terrazza a mare, la cucina del Ristorante Il Vescovado, citata dalle migliori guide del settore, vi offre una raffinata selezione dei sapori liguri. Su tutti, il cappon magro, piatto tradizionale del borgo di Noli, di origini povere, preparato con verdure, con la galletta dei marinai e con il pescato fresco di giornata. Non per nulla, Noli può vantare ancora la presenza di pescatori del posto che ogni notte solcano i mari appena fuori dalla baia per offrire ai turisti le delizie del golfo. Da assaggiare anche qualche proposta della ricca carta dei vini, che spazia dalle proposte locali alle grandi etichette nazionali e straniere. Fra le proposte del territorio, chiedete un assaggio del Lumassina, un bel vino bianco prodotto dal vitigno omonimo che cresce fra Noli e Finale Ligure, perfetto se abbinato alle portate di pesce.

Noli propone spiagge, sole e mare a volontà in estate. Ma non solo. Se amate la natura e l’escursionismo, basta lasciarsi alle spalle il piccolo borgo marinaro e salire le prime pendici dei colli d’attorno. Un percorso di circa tre chilometri conduce fino al miglior punto panoramico di questo tratto di costa, Capo Noli vetta, che dall’alto dei suoi mille metri ci consente di abbracciare in un sol sguardo tutto l’arco della costa ligure. Tra Noli e Finale Ligure si estende l’altopiano delle Manie, un’area naturalistica ricca di specie botaniche e reperti archeologici e fitta di percorsi per il trekking e per la mountain bike. A piedi possiamo raggiungere il bel borgo di Spotorno, attraverso il sentiero medievale a mezzacosta sospesa fra mare, ulivi e frutteti.

Noli - Piazza del Comune    La baia di Noli con Monte Ursino in lontananza    Noli - Torre di Porta Papona    Veduta della costa ligure dal Castello di Noli

Residenza Palazzo Vescovile - Vista dal mare    Residenza Palazzo Vescovile - Camera    Residenza Palazzo Vescovile - Ristorante Il Vescovado    Residenza Palazzo Vescovile - Terrazza vista mare

24 aprile 2012  |  categoria: Scopri i nostri Hotel

Lascia un commento