Nella Verona shakespeariana, un romantico itinerario sulle tracce di Giulietta e Romeo

Casa di Giulietta

Storia o leggenda che sia, alzi la mano chi non conosce la tragedia di Romeo e Giulietta. Il richiamo di questa storia è irresistibile, soprattutto per le coppie d’innamorati che scelgono Verona come meta del loro weekend. E noi, per non farvi mancare nulla, vi portiamo per mano nella Verona di quel tragico amore raccontato tanti anni fa da William Shakespeare.

Cercate una dimora molto romantica per il vostro fine settimana? Se non avete ancora sfogliato la nostra selezione di hotel in Veneto, dedicatele qualche minuto…

Al principio di ogni leggenda esiste sempre un piccolo fondo di verità. Non per niente, i riscontri storici ai fatti narrati da Shakespeare si possono ancora toccare con mano. Il nostro itinerario nella Verona di Giulietta e Romeo inizia dal luogo più famoso, indicato dalla tradizione come la Casa di Giulietta, l’antica residenza dei Cappelletti o Capuleti, collocata in via Cappello, a poche decine di metri da Piazze delle Erbe. Si tratta di una vecchia casa-torre eretta con tutta probabilità tra la fine del Duecento e i primi del Trecento. Alla casa vi introdurrà il celebre muro stipato delle promesse d’amore degli innamorati di tutto il mondo.

Prima però soffermatevi almeno un attimo sotto il balcone, uno dei luoghi più simbolici di tutta la tragedia shakespeariana. L’interno della dimora, pur essendo ispirato ai motivi architettonici più diffusi nell’epoca medioevale, è il frutto di un’ampia opera di restauro eseguita a partire dall’Ottocento, con arredi e dipinti di epoche differenti. Nelle sale di questa affascinante residenza è raccolta una collezione d’incisioni d’epoca dedicate ai due amanti, oltre ad un letto e a due costumi usati nel film Giulietta e Romeo per la regia di Franco Zeffirelli.

Il nostro itinerario sulle orme dei due amanti prosegue alle Arche Scaligere, tra i più celebri capolavori dell’arte gotica in Italia. Le Arche Scaligere non sono altro che i mausolei in cui trovarono sepoltura i rappresentanti delle più celebri famiglie della nobiltà scaligera. Proprio quella nobiltà dilaniata dalle rivalità tra guelfi e ghibellini e che tra il Due e il Trecento, nell’epoca in cui la leggenda colloca le vicende di Romeo e Giulietta, insanguinò Verona con le sue faide.

A pochi passi dalle Arche Scaligere, in un vicolo secondario del centro storico di Verona, ecco la Casa di Romeo, un castello dalla tipica merlatura ghibellina, appartenuto realmente alla famiglia dei Montecchi. La costruzione presenta i caratteristici mattoni rossi, fra i quali si aprono finestre di forme romaniche, gotiche e rinascimentali. La residenza è privata, non si possono visitare i suoi interni, ma l’osteria tipica veronese e l’aspetto arcigno del castelletto rendono bene l’atmosfera della Verona medioevale.

Dalla zona delle Arche Scaligere puntiamo verso l’Arena di Verona, sontuoso capolavoro dell’età romana, e imbocchiamo la laterale Via Fratta fino a Corso Cavour, l’antico Corso Castelvecchio. In questa via, dove un tempo passava il Palio cittadino, di fronte a Porta Borsari, si affaccia Palazzo Carlotti; su questo edificio in stile barocco è affissa una targa che rammenta ai passanti il duello tragico di Romeo e Tebaldo, evento che portò il primo sulla strada dell’esilio da Verona.

Ci sarebbero ancora tanti luoghi dell’antica città che ricordano il tragico amore narrato da Shakespeare. Ma uno più di tutti riassume l’esito fatale della storia. È in una cripta della chiesa conventuale di San Francesco al Corso, appena fuori a quelle che una volta erano le mura duecentesche di Verona, che si consumò la tragedia. Qui è conservata quella che la tradizione vuole sia la tomba di Giulietta, un sarcofago vuoto scolpito nel marmo rosso. In una sala del monastero francescano, in quei luoghi dove i due amanti decisero di scambiarsi il loro amore eterno, decine di nuove coppie, italiane e straniere, celebrano ogni anno  la loro unione secondo il rito civile, conosciuto come il giuramento d’amore di Giulietta.

Bacio sul balcone della Casa di Giulietta    Arche Scaligere    Casa di Romeo - Corte interna    Tomba di Giulietta nella cripta di San Francesco al Corso

Talamo di Corte Serena Morando - Esterno    Talamo di Corte Serena Morando - Camera degli Amorini     Talamo di Corte Serena Morando - Camera di Cupido    Talamo di Corte Serena Morando - Camera Talamo

22 settembre 2011  |  categoria: Scopri i nostri Hotel

Lascia un commento