Un itinerario nelle Marche, dal borgo di Sassoferrato alla carta di Fabriano

Paesaggio marchigiano in inverno

Le Marche, una delle regioni più straordinarie d’Italia. Per accorgersi della sua bellezza basta percorrerla nella sua lunghezza, da nord verso sud. Da una parte il mare, la riviera del Conero e quella delle Palme. Dall’altra, i colli e le montagne dell’Appennino. Ovunque, lo spettacolo dell’arte e della natura. Nel cuore dell’Appennino umbro-marchigiano, esiste un piccolo borgo abbracciato da boschi e montagne, dalle colline e dai fiumi che scendono a valle. Piccolo, ma molto speciale. Il suo nome è Sassoferrato. Il borgo è sorto in età antica intorno al Castello posto su un’altura. Un poco più su, svetta la Rocca Albornoz, imponente edificio militare eretto nel Quattrocento, circondata dallo storico Parco delle Rimembranze. Tutt’attorno regna la natura, un ambiente incontaminato da esplorare nella bella stagione.

In questo luogo magico, Dimore D’Epoca vi presenta la sua ultima new entry. Residence Raffaello è ospitato in uno storico edificio valorizzato nelle sue peculiarità architettoniche. Un servizio di bed & breakfast che non vi farà mancare alcun comfort, camere e appartamenti finemente arredati, adatti sia a chi cerca l’atmosfera giusta per il proprio soggiorno romantico che alle famiglie numerose. In estate, la piscina all’aperto con idromassaggio e barbecue. In inverno, la sala cinema, la sala giochi e la sala lettura.

Il territorio di Sassoferrato conta ben ventitré frazioni e oltre duecento accasati. Esplorarli tutti è impresa forse impossibile, ma molti fra questi meritano almeno una veloce visita. Se decidete di trascorrere qui le vostre vacanza di Natale, appuntatevi il nome Coldellanoce. In questa piccola frazione, a circa cinque chilometri da Sassoferrato, ha luogo ogni vigilia il Presepe vivente inscenato dai suoi abitanti.

Sassoferrato è solo il punto di partenza del nostro viaggio nelle Marche. Dal borgo è possibile tracciare infiniti itinerari alla scoperta di questa regione straordinaria. Qualche esempio? A soli otto chilometri da Sassoferrato troverete il Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, il polmone verde delle Marche con i suoi diecimila ettari di area protetta.

Nel vicino comune di Genga è possibile visitare le grotte di Frasassi e vivere un suggestivo viaggio nel mondo sotterraneo delle stalattiti, stalagmiti e cortine lamellari. Da Genga, in soli venti minuti d’auto, potrete arrivare a Fabriano, una delle più antiche città d’Italia produttrici di carta. Il suo centro storico ospita il Museo della Carta e della Filigrana, oltre che interessanti opere dell’architettura civile e religiosa, fra cui il Palazzo del Podestà, il Teatro Gentile e il Portico dei Vasari. Non di sola carta vive Fabriano. Se passate dalle sue botteghe o dai suoi ristoranti, non dimenticate di assaggiare il Salame di Fabriano, tipico salume marchigiano con i lardelli, da poco inserito fra i Presidi Slow Food. Le Marche non finiscono certo a Fabriano. Ora tocca voi scoprirle in tutto il loro immenso fascino.

Il borgo di Sassoferrato con la neve    Un vicolo di Sassoferrato    Le grotte di Frasassi    Il Museo della Carta a Fabriano

Residence Raffaello - Camera Smeraldo    Residence Raffaello - Camera Lilly    Residence Raffaello - Camera Rubino    Residence Raffaello - Appartamento Il Trionfo

1 dicembre 2011  |  categoria: Scopri i nostri Hotel

Lascia un commento