Weekend romantico in Lombardia: dolcemente viaggiare evitando le mete più note

Sul lungolago di Peschiera Maraglio (Montisola)

Avete un weekend libero e volete approfittarne per una fuga romantica? Oggi vi consigliamo un viaggio in Lombardia. In Lombardia troverete tutto: montagne, laghi, grandi città e piccoli borghi, arte e natura. Ecco la nostra selezione di mete romantiche. Per il vostro fine settimana, scegliete uno dei nostri hotel romantici in Lombardia.

Su quel ramo del Lago di Como…

La prima tappa del nostro viaggio non può che essere uno dei tanti laghi della Lombardia. Fra le prime Alpi e la pedemontana avete almeno tre possibilità: il Lago di Como, il Lago d’Iseo e il Garda. Se puntate al Lago di Como, sarebbe troppo facile dire Bellagio, Tremezzo, Torno e Varenna. Noi vogliamo essere un po’ più originali, perciò vi consigliamo la breve escursione in battello sull’isola Comacina, piccolo lembo di terra di fronte al borgo di Ossuccio, fra Argegno e la penisola di Lavedo. Pittoresca come poche altre isole lacustri, la Comacina è visitabile da marzo a ottobre. Percorsi nel verde, aree archeologiche, una chiesa romanica: la storia dell’isola appartiene all’Alto Medioevo. L’originalità della Comacina? Le tre case per artisti in stile razionalista, piccoli rifugi per menti in cerca d’ispirazione. Per la vostra cena a lume di candela con vista lago, il ristorante sull’isola.

Lago e montagna insieme

Dalla piccola isola del Lago di Como passiamo alla più grande isola lacustre d’Italia. Si chiama Montisola e la trovate nel bel mezzo del Lago d’Iseo. Dalla sponda bresciana potete raggiungere Montisola con i battelli in partenza dai porti di Sulzano e Sale Marasino. Due sono le specialità di Montisola: le reti per la pesca e l’olio extravergine di oliva. Montisola è suddivisa in più frazioni ed è chiusa al traffico motorizzato. La più caratteristica? Peschiera Maraglio, con il suo lungolago, le reti dei pescatori lasciate ad asciugare al sole fra i naécc (le tipiche imbarcazioni dell’isola), le case dai balconi fioriti e le stradine strette che presto o tardi vi condurranno sempre di fronte al blu del lago.

Rose e viti in Franciacorta

Poco più in là del Lago d’Iseo iniziano le terre della Franciacorta. Superbi paesaggi verdeggianti punteggiati di dolci declivi vi accompagneranno in questa piccola regione nota in tutto il mondo per i suoi vini – i vitigni che vanno per la maggiore sono Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco. Tante le escursioni possibili fra la primavera e l’estate. Con il bel tempo, consigliamo di noleggiare la bici per seguire la ciclabile che da Paratico, ultimo lembo meridionale del lago d’Iseo, si spinge fino alle porte di Brescia. Qui e là vedrete spuntare ville e dimore storiche. Da maggio a luglio potete ammirare la fioritura dei giardini del Castello Quistini, a Rovato: 1.500 varietà di rose sono uno spettacolo per veri romantici.

Sul Lago di Garda

Spingiamoci verso est per arrivare sulle sponde meridionali del Lago di Garda. Molti i borghi pittoreschi, ma per una passeggiata mano nella mano dovete scegliere Sirmione. Il suo centro storico, tutto pedonale, si spinge verso il lago aperto – sorge su una minuscola penisola unita alla terraferma da un sottile lembo di terra. Centro termale rinomato, Sirmione ha uno scenografico castello scaligero che si specchia nelle acque del lago. Sulla punta della penisola, le Grotte di Catullo, l’area archeologica risalente al periodo romano con vista panoramica da cartolina.

Inseguendo il Mincio

Lungo il fiume che marca il confine fra Lombardia e Veneto tutto sembra come un tempo. I piccoli borghi di contadini, i filari di viti, lo scorrere lento del tempo, la quiete agreste. Sconfinate appena al di là del Mincio, in territorio veronese, per incontrare Borghetto di Valeggio sul Mincio. Annoverato nella lista dei Borghi più Belli d’Italia, lo trovate ai piedi del Ponte Visconteo, stupenda diga fortificata del Trecento. Borghetto è un grumo di case a guardia del fiume, un antico villaggio di mulini mai scalfito dal tempo. Qui tutto ispira amore a prima vista, perfino la buona tavola. Sapete qual è una delle specialità del borgo? Il tortellino, che a Borghetto chiamano nodo d’amore – la sua forma ricorda il nodo di un fazzoletto intrecciato da due amanti.

Il capolinea del nostro viaggio in Lombardia è giunto. Lo sappiamo: fra queste terre incantate le mete romantiche sarebbero ancora tante da scoprire. Ne conoscete qualcuna? Commentate questo articolo per scriverci le vostre.

L'Isola Comacina nel Lago di ComoL'Isola Comacina al chiaro di lunaIl castello di SirmioneI giardini del Castello Quistini

Borghetto di Valeggio sul MincioHotel Araba Fenice - Pilzone d'Iseo (Brescia)Hotel Araba Fenice - Camera Deluxe SuperiorPalazzo Segreti - Milano

20 febbraio 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento