Un weekend a Parma, dal bicentenario di Verdi ai gessi di Botero

Il Palazzo del Governatore, sede della mostra di Botero

Prendete qualche giorno a Parma. Scegliete della musica d’autore. Metteteci tanta arte. E il fine settimana è servito. L’autunno nella città ducale offre un calendario di eventi, mostre e spettacoli irripetibile. Preparate un bagaglio leggero, scegliete uno dei nostri hotel e fate il pieno di cultura.

Botero a Parma

Iniziamo da una grande novità. Fino all’8 dicembre nel Palazzo del Governatore saranno esposte 47 opere di gesso dello scultore colombiano Fernando Botero. La mostra si snoda nei due piani dello storico edificio, nel pieno centro di Parma – si affaccia su Piazza Garibaldi. Nelle sale splendono i capolavori del maestro, le forme ampie, voluminose dettate dall’esigenza di pienezza, cifra stilistica di tutte le opere di Botero. La mostra offre l’occasione di ripercorrere l’esperienza artistica dell’autore dal 1973 ad oggi, attraverso una serie di sculture esposte, in precedenza, soltanto una volta.

Dove
Palazzo del Governatore – Piazza Garibaldi, 2.

Quando
Dal 3 ottobre all’8 dicembre 2013, da martedì a domenica, dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30). Previste aperture serali straordinarie con appuntamenti musicali di alto livello dedicati all’opera lirica e al jazz.

Ingresso
Intero 10.00 euro, ridotto 8.00 euro. Ingresso famiglia 15.00 euro.

Festival Verdi

Se la mostra di Botero è una prima assoluta per Parma, il Festival Verdi è una piacevole tradizione. Nell’anno del bicentenario della nascita del maestro, sarà ancora una volta il Teatro Regio il luogo principe delle rappresentazioni. Fino a venerdì 11 ottobre sarà in scena il Simon Boccanegra. Dal 18, il sipario si alzerà sulla seconda opera in programma a Parma, I Masnadieri, diretta da Francesco Ivan Ciampa. Fra i due appuntamenti parmigiani, dal 12 al 26 ottobre, al Teatro Verdi di Busseto, sarà in scena Falstaff, nell’allestimento voluto da Arturo Toscanini. Il gran finale è dedicato al capolavoro sacro di Verdi, la Messa da Requiem, in programma al Teatro Regio giovedì 31 ottobre.

Dove
Teatro Regio – Strada Garibaldi 16/a.

Quando
Dal 30 settembre al 31 ottobre 2013.

Ingresso
Prevendita presso la biglietteria del teatro dal martedì al sabato (10.30-13.30 e 17-19) e un’ora e mezza prima di ogni spettacolo.

Verdi, il volto musicale dell’Italia

Agli appassionati del genio verdiano Parma ha riservato questa mostra allestita alla Casa della Musica, inserita nel programma ufficiale delle celebrazioni del Bicentenario. La rassegna ripercorre la trasformazione del viso di Giuseppe Verdi, dal ritratto di un “semplice” musicista dell’Ottocento a personaggio simbolico, vero e proprio “volto musicale dell’Italia”. Una sessantina di ritratti, dal 1846 al 2001, per un piacevole excursus fra storia e arte. La mostra è a ingresso gratuito.

Dove
Casa della Musica – Piazzale San Francesco, 1.

Quando
Dal 25 maggio al 31 dicembre 2013, da lunedì a giovedì (9-13 e 14.30-18), venerdì (9-13), sabato (10-18) e domenica (14-18).

Bodoni, Principe dei tipografi

Perfino Napoleone volle rendere omaggio al più illustre dei tipografi. Nel 2013 Parma celebra i duecento anni della morte di Giambattista Bodoni con una mostra allestita fino al 12 gennaio negli spazi del Palazzo della Pilotta. La Galleria Petitot, i saloni neoclassici della Galleria Nazionale, gli ambienti del Teatro Farnese ospitano una grande rassegna di alcuni fra i più mirabili capolavori usciti dai torchi tipografici di Bodoni fra il Sette e l’Ottocento. L’allestimento della mostra, arricchita da strumenti multimediali, è stato curato da Pier Luigi Pizzi, scenografo e regista teatrale di grande fama.

Dove
Palazzo della Pilotta – Piazza della Pilotta.

Quando
Dal 5 ottobre 2013 al 12 gennaio 2014, dal martedì alla domenica (9-18). Domenica ultimo ingresso dalla Biblioteca Palatina ore 16.30. Chiuso il lunedì.

Ingresso
Intero 6.00 euro fino alle ore 14; 3.00 euro dopo le ore 14. Ridotto 3.00 euro fino alle ore 14; 1.50 euro dopo le ore 14. Gratuito per under 18 e over 65 anni.

Museo Glauco Lombardi

Di fronte al Palazzo della Pilotta, sul lato opposto di Piazzale della Pace, scorgerete il Palazzo di Riserva, edificio neoclassico con facciata in mattoni gialli e decori del Petitot. Varcate il portone del Museo Glauco Lombardi  per immergervi in uno spaccato storico sorprendente, tutto dedicato alle vicende del Ducato di Parma e Piacenza, della duchessa Maria Luigia e del suo consorte, Napoleone Bonaparte. Cimeli e testimonianze di vita, di costume e di arte, incisioni, dipinti e pitture del Sette e dell’Ottocento. Fra gli oggetti più preziosi, il manto ducale di Maria Luigia, le lettere di Napoleone alla moglie, gli album, i diari e i gioielli della duchessa.

Dove
Museo Glauco Lombardi – Palazzo di Riserva – Strada Garibaldi, 15.

Quando
Da martedì a sabato, 9.30-15.30; domenica e festivi 9-18.30. Luglio e agosto, 9-13.30.

Ingresso
Intero 5.00  euro. Ragazzi dai 15 ai 17 anni, adulti oltre i 65 anni e comitive di oltre 20 persone 3.00  euro. Ingresso gratuito per i ragazzi fino ai 14 anni. Possibilità di visite guidate e laboratori didattici.

I maestri del ’900 da De Chirico a Pistoletto

A pochi passi da Piazza Garibaldi, in una traversa di Strada della Repubblica, troverete l’Art Gallery. Nel suo “salotto”, fino a mercoledì 16 ottobre, potete dedicarvi alla scoperta dei grandi maestri del Novecento in compagnia della storica dell’arte Eles Iotti. L’esposizione annovera opere di Arman, Bay, Cascella, Castellani, Chia, Clemente, Crippa, De Chirico, Fontana, Mirò, Paladino, Pistoletto, Turcato, Rotella e Warhol.

Dove
L’Art Gallery – Borgo San Vitale, 3.

Quando
Dal 20 settembre al 16 ottobre 2013, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30 (chiuso il giovedì pomeriggio e alla domenica).

Fernando Botero con la sua opera NausicaRitratto di Giuseppe VerdiIl Teatro RegioUna sala del Museo Glauco Lombardi

4 ottobre 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento