La Strada del Vino dell’Alto Adige / 3: Lagrein e Santa Maddalena

In bici lungo la Strada del Vino dell'Alto Adige

Ed eccoci arrivati all’ultimo dei tre itinerari lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige – leggi il primo e il secondo. I vini protagonisti di questo gran finale sono il Lagrein e il Santa Maddalena. Il primo ha la sua culla nei vitigni di Gries, alle porte di Bolzano. Il Lagrein è un vitigno rosso autoctono: dalle sue uve nascono il Lagrein, rosso classico, e il Lagrein Kretzer, o Rosé, da abbinare, rispettivamente, a carni rosse e formaggi stagionati o a carni bianche, pesce affumicato e antipasti robusti. Anche il Santa Maddalena nasce nei dintorni di Bolzano: è un DOC rosso fra i più nobili dell’Alto Adige, ha un gusto vellutato e accompagna a meraviglia speck, salumi, formaggi e tutti i piatti tipici della regione.

Una vacanza esclusiva nei più esclusivi hotel della regione? Scoprite i nostri hotel in Alto Adige!

La culla del Lagrein e una passeggiata… esotica

Il nostro terzo e ultimo itinerario ciclopedonale (45 chilometri) inizia e si conclude a Bolzano, nella centralissima Piazza Walther, proprio sotto la statua dedicata a Walther von der Vogelweide, il Dante Alighieri della letteratura tedesca. Dalla piazza dirigetevi verso la zona nord-occidentale della città fino al quartiere di Gries. Fino al primo Novecento, Gries era una rinomata stazione climatica con hotel, parchi, giardini e tanti vigneti, oggi in gran parte erosi dal cemento della città. Gries vi offre una piacevole digressione: lungo la passeggiata del Guncina, una delle più belle di Bolzano, potete camminare fra fichi d’India, cipressi, cedri e magnolie. A Gries potete degustare il Lagrein e il Santa Maddalena nella storica Cantina Convento Muri-Gries e nella giovane Cantina Bolzano, nata nel 2001.

Nel Maniero Illustrato

All’imbocco della Val Sarentino, a pochi chilometri da Bolzano, merita la visita Castel Roncolo, splendida fortezza a picco su uno sperone roccioso, nota anche come il Maniero Illustrato. Il motivo di questa denominazione è presto detto: Castel Roncolo ospita un grande ciclo d’affreschi dedicati all’illustrazione della vita di corte nel Medioevo (da martedì a domenica, ore 10-18). Non lontano dal maniero troverete la Cantina Schmid Oberrautner, fondata nel 1365 e condotta dalla stessa famiglia da più di diciannove generazioni. Nei suoi nove ettari di vigneti nascono le uve per i rossi classici – Santa Maddalena, Lago di Caldaro, il Lagrein -, per i rosati – Lagrein Kretzer Rosé – e per i bianchi – Chardonnay e Pinot Bianco.

Sulla strada per Merano

Lasciatevi alle spalle Gries e Bolzano, superate le frazioni di San Maurizio e Settequerce e percorrete la strada che porta a Merano – evitate la statale. Storiche tenute vinicole e dimore signorili vi accompagnano fino alle porte di Terlano. In paese, la Cantina Terlano, fondata nel 1893, produce oltre un milione di bottiglie all’anno. Fra i suoi vigneti nascono solo vini DOC. Oltre ai classici Terlaner, Pinot Bianco, Pinot Grigio e Gewürztraminer, nella cantina potrete assaggiare vere rarità, bottiglie speciali di vini bianchi maturati almeno dieci anni.

Il paese delle rose

Attraversate l’Adige e raggiungete Nalles, il paese delle rose immerso in un mare di vigneti e frutteti. Al civico 2 di via Heiligenberger vi aspettano i vini bianchi della Cantina Nals Margreid: la sua enoteca è aperta alle degustazioni, perché non approfittarne? Sempre in paese, nella gola del ruscello Sirmiano, troverete il Castello del Cigno, ospitato nella Casa nella stretta, edificio antichissimo condotto al suo attuale aspetto nel Cinquecento. Il Castello del Cigno è conosciuto anche per la sua cantina vinicola privata, produttrice del vino Castel Schwanburg. La cantina custodisce delle storiche botti di legno a forma d’uovo – risalgono all’epoca di Maria Teresa d’Austria (secondo Settecento).

Castel Firmiano e il MMM

Da Nalles ripassate l’Adige. Il primo paese sulla strada è Vilpiano, minuscola frazione di Terlano. Appena dietro al paese, ai piedi del Montezoccolo, troverete la cascata di Vilpiano, alta ben 82 metri. Ripassate per Terlano e riprendente la sponda destra dell’Adige lungo la strada provinciale 54 in direzione di Frangarto. Nella periferia sud-occidentale di Bolzano vi attende la visita di Castel Firmiano, il castello più famoso dell’Alto Adige. Il maniero sorge su una collina fra Appiano e Bolzano e dal 2004 ospita il Messner Mountain Museum (MMM), il circuito museale dedicato all’alpinismo e alla montagna fondato da Reinhold Messner – dalla prima domenica di marzo alla terza domenica di novembre, tutti i giorni eccetto giovedì, ore 10-18.

Il Museion

Così si conclude il nostro itinerario lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige. Ritornati in Piazza Walther, se vi avanza tempo, potete dedicarvi alla scoperta del Museion, una collezione di circa 4.500 opere dell’arte moderna e contemporanea. Lo trovate al civico 6 di via Dante, a pochi minuti a piedi da Piazza Walther (da martedì a domenica, ore 10-18).

Piazza Walther a BolzanoCastel RoncoloLa tenuta della Cantina Convento Muri-GriesVeduta di Castel Firmiano

27 marzo 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento