Le 10 spiagge più belle della Sicilia orientale

Isola delle Correnti

Per lo più sabbiose, incastonate in scenari naturali incredibili, di fronte a mari sfavillanti. Se vi siete sempre chiesti quali sono le spiagge imperdibili della costa est della Sicilia, questo articolo è tutto per voi: abbiamo viaggiato da Messina a Capo Passero per scoprire le più belle.

Sognate una vacanza in Sicilia? Nella nostra collezione di dimore ci sono ville, masserie e castelli incantanti…

Spiaggia di Marinello

Ai piedi della rocca di Tindari corre per quasi due chilometri la spiaggia di Marinello, bellissima striscia di sabbia chiara bagnata dalle acque del Tirreno, con fondali più o meno profondi. Siamo nel comune di Olivieri, a circa cinquanta chilometri a ovest di Messina. Qui e là spuntano i laghetti di acqua salata creati dalle correnti marine. L’area è protetta come Riserva Naturale Orientata.

Spiaggia di Letojanni

Sullo sfondo, il promontorio di Taormina – la cittadina spicca verso sud. Di fronte, il mare cristallino. Quella di Letojanni è una delle spiagge più famose della costa orientale siciliana; è sia attrezzata che libera, di sabbia mista a ghiaia. Dedicata a chi ama le tintarelle, le lunghe passeggiate sull’arenile e gli sport acquatici.

Isola Bella

Appena a sud di Taormina, in un’insenatura a pochi passi dal promontorio di Sant’Andrea, una sottile lingua di sabbia chiara unisce la costa all’Isola Bella. Sull’isolotto roccioso, raggiungibile a piedi o con una breve nuotata, regna una fitta vegetazione. Vale la pena immergervi nelle acque intorno all’isola: ricci, stelle marine, murene e coralli vi aspettano. Nei dintorni dell’Isola Bella, la Grotta Azzurra e la Grotta delle Conchiglie.

Spiaggia do’ Iancu

A circa un chilometro a nord rispetto alla spiaggia di Calamosche, questa oasi appartata è la meta giusta se sognate sole, silenzio e relax. La piccola spiaggia do’ Iancu vi attende nei pressi dell’antica città greca di Eloro, nel comune di Noto. Per raggiungerla, una volta lasciata l’auto, basta una passeggiata a piedi di circa due chilometri – dovrete guadare il fiume Tellaro. Il panorama di dune e soffice sabbia dorata e l’acqua azzurrina vi ripagheranno subito della piccola fatica.

Spiaggia di Calamosche

Subito dopo il lido di Noto, nell’Oasi di Vendicari troverete la spiaggia di Cala delle Mosche, o Calamosche. C’è chi dice che sia una delle più belle d’Italia; per noi, è senza dubbio la più bella del Siracusano. Sarà per il suo silenzio franto solo dalla risacca del mare – anche in alta stagione è poco frequentata. Sarà per le sue acque, turchesi da far invidia a certe cartoline dei Caraibi. Sarà per il contorno della macchia mediterranea, dell’erica, del ginepro e delle tamerici. Ricordatevi la maschera da sub: vi basterà tuffare la testa sotto l’acqua per incrociare la rotta di saraghi, cefali e ricciole.

Cittadella

Sul confine meridionale dell’Oasi di Vendicari spuntano due calette fra le rocce e una bella spiaggia sabbiosa. Davanti, le acque turchesi e il fondale basso, ottimo per un’immersione. Ad accompagnarvi fino alla spiaggia c’è una pittoresca scalinata di sasso ombreggiata da un fico secolare.

Spiaggia di San Lorenzo

A sud dell’Oasi di Vendicari, nel comune di Marzamemi, a circa dieci minuti d’auto da Pachino, spunta la sabbia finissima e quasi bianca della spiaggia di San Lorenzo, in parte attrezzata e in parte libera. Il fondale digrada in modo dolce: è perfetto per le famiglie con bambini. Se cercate un po’ di tranquillità, frequentatela in bassa stagione – meglio evitare luglio e agosto.

Spiaggia delle Formiche

Tre calette di sabbia dorata nel comune di Porto Palo di Capo Passero, a circa sessanta chilometri a sud di Siracusa. Alle spalle della lingua di sabbia una serie di grotte naturali. Davanti, il mare cristallino di Capo Passero. Potete raggiungere la spiaggia via mare, soluzione consigliata; dalla terra ferma, l’itinerario si complica: prima seguite la strada che da Porto Palo conduce a Maucini; poi, il percorso sterrato in direzione della Costa dell’Ambra.

Leggete anche: Nella Sicilia del sud, un viaggio nell’isola segreta

Isola delle Correnti

Siete mai stati su due mari contemporaneamente? Potete farlo sulla spiaggia dell’Isola delle Correnti, l’isolotto tondeggiante unito all’ultimo lembo della Sicilia da una sottile striscia di sabbia sommersa dall’alta marea. Da una parte le acque delle Jonio, dall’altra quelle del Mediterraneo. Con il mare calmo e la bassa marea, dalla terraferma potete conquistare a piedi l’isolotto e arrivare fin sotto al faro, ormai in disuso. La vegetazione dell’isola è rada: piantine di porro selvatico, capperi e altri arbusti tipici della macchia mediterranea.

Carratois

Dall’Isola delle Correnti questa spiaggia arriva a toccare Punto Rio. Sabbia chiara, orizzonti senza fine, mare che più azzurro non si può. I fondali sono bassi: per incontrare il blu cobalto delle acque più profonde dovrete nuotare per diversi metri verso il largo. Sia libera che attrezzata, la spiaggia è una delle preferite da siciliani e non.

Isola BellaSpiaggia di CalamoscheCittadellaSpiaggia di San Lorenzo

12 giugno 2015  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento