Le 10 spiagge più belle della Liguria di Levante

La Baia del Silenzio di Sestri Levante

Chi l’ha detto che bisogna viaggiare in lungo e in largo per trovare le spiagge più belle d’Italia? In vista dell’estate, siamo stati in Liguria e abbiamo scoperto dieci lidi deliziosi, perfetti per le vostre vacanze o per una fuga nel weekend. Se poi volete farvi coccolare, ci sono sempre le nostre dimore in Liguria

San Terenzo

A soli dieci minuti d’auto da La Spezia, le due spiagge principali di San Terenzo, dai fondali bassi e sabbiosi, sono oltre la collina di Villa Marigola – straordinarie le sue terrazza fiorite. La prima è la spiaggia dell’arenile, a tu per tu con le casette colorate del borgo e Villa Magni, già residenza del poeta Shelley, fra il promontorio di Falconara e il castello – è in parte privata e in parte libera. L’altra è la spiaggia della Marinella, una piccola insenatura incastonata fra ripide pareti di roccia.

Se proprio non vi accontentate, in località Pozzuolo, alle porte di San Terenzo, troverete anche la famosa spiaggia della Baia Blu.

Tellàro

San Terenzo, Lerici, Tellàro. Niente spiagge sabbiose, tanta roccia, scogli e paesaggi mozzafiato a picco sul mare. Le spiagge di Tellàro potete raggiungerle scendendo ripidi scaloni. Piccola e appartata la spiaggia libera della Vittoria. Ma le più note sono gli Spiaggioni, raggiungibili solo via mare. Fra Lerici e Tellàro, c’è la spiaggia privata di Maramozza, un’insenatura rocciosa dal fascino irresistibile, accessibile con un ascensore.

Cadimare

Avete presente il Golfo dei Poeti? Dall’Arsenale di La Spezia seguite il serpeggiare della strada carrozzabile diretta a Portovenere. Poco fuori dal borgo di Cadimare incontrerete una mezzaluna di sabbia bianca bagnata da un mare dai riflessi turchesi. La spiaggia è libera e a debita distanza dal transito delle navi.

Monterosso al Mare

Dei borghi delle Cinque Terre, quello di Monterosso è il più famoso. Il paese ha due spiagge. La prima, quella di Fegina, è ampia, sabbiosa, con piccoli ciottoli – nel 2007 la rivista americana Forbes l’ha inserita fra le 25 più sexy del mondo. La spiaggia di Fegina corre dalla statua del Gigante di Punta Mesco ai faraglioni. Dopo il tunnel scavato nella montagna, si schiude il borgo antico di Monterosso – anziché passare dal tunnel, vi consigliamo di arrivarci con la passeggiata che sale sul promontorio. La spiaggetta del borgo è di sabbia mista ghiaia e deliziosa, anche se sempre assai affollata in stagione.

Baia del Silenzio

Un lungo e dolce contorno di sabbia fine chiara mista a ghiaia. La Baia del Silenzio è la spiaggia più suggestiva di Sestri Levante, uno spicchio di Liguria colorato dalle case dell’antico borgo e dalle barche in legno dei pescatori arenate sul bagnasciuga. Chiudete gli occhi e ascoltate la risacca del mare: varcherete la soglia della felicità. Se ogni mattina vi vorrete svegliare con il panorama della Baia davanti a voi, vi consigliamo l’incantevole Hotel Miramare. Solo la vista vale il prezzo del biglietto.

Baia delle Favole

Pare che sia stata battezzata così dallo scrittore Hans Christian Andersen. Delle due, la Baia delle Favole è la spiaggia più grande di Sestri Levante. La trovate sull’altro lato dell’istmo, al principio del Golfo del Tigullio, separata dalla Baia del Silenzio dal grumo di case, ville e caruggi del centro storico. Sulla Baia delle Favole spuntano gli ombrelloni degli stabilimenti balneari e le barche del porticciolo turistico. Scelta perfetta per le famiglie con bambini.

Zoagli

Da Sestri Levante seguite la linea del Golfo del Tigullio verso Genova. La via Aurelia vi accompagnerà fino al borgo di Zoagli, una terrazza naturale incastonata fra Chiavari e Rapallo – di lei si sono innamorati Friedrich Nietzsche e Vasilij Kandinski. Ghiaia, ciottoli e scogli disegnano il litorale di Zoagli: se cercate lunghe spiagge sabbiose, questa meta non fa per voi. Le piccole insenature di sassolini bianchi si susseguono veloci, fino a incontrare qualche romantica escursione. Fra gli itinerari più belli, vi consigliamo la passeggiata Canevaro, un percorso in pietra ottimo per raggiungere le calette intorno a Zoagli, e quella dei Naviganti, che vi guiderà fino alle spiagge di Marina di Bardi, fra scogli e acque turchesi. Fra la costa frastagliata alle porte di Zoagli spunta anche la spiaggia del Pozzetto, con sabbia scura mista a ghiaia e ciottoli.

Paraggi

D’accordo, è la spiaggia più esclusiva (e costosa) di tutta la Liguria. D’altra parte, è a un passo dalla mondana Portofino, la metà più chic della Riviera di Levante. Paraggi è una baia verde smeraldo frequentata dall’élite italiana e internazionale. La sabbia è chiara e fine, i fondali spettacolari, perfetti per snorkeling e immersioni con le bombole.

San Fruttuoso

Le alti pareti rocciose la riparano dalle brezze. Per raggiungerla dovrete salire sul battello in partenza da Camogli o lungo i sentieri del Monte di Portofino – non esistono strade carrozzabili. Nella baia scintillano il verde degli arbusti, l’azzurro del mare e l’alabastro dell’Abbazia di Capodimonte. Se siete sub provetti, immergetevi nelle acque al largo e raggiungete la statua del Cristo degli Abissi.

Boccadasse

Siamo a Genova, ormai sul confine fra Levante e Ponente, sul limite della passeggiata di Corso Italia. Boccadasse è un borgo marinaro surreale, onirico, una scheggia impazzita del passato sfuggita alla città – c’è chi lo chiama il borgo degli innamorati. Le piccole case color pastello, le barchette e le lenze dei pescatori che cadono pigre in acqua: tutto è romantico. La sua spiaggia è di ghiaia grossa e grigia, il mare è blu cobalto. Ma la vera magia inizia al tramonto, quando l’ultima luce screzia di rosa e rosso fuoco l’orizzonte senza fine.

La spiaggia di Fegina (Monterosso al Mare)ParaggiLa spiaggia di San FruttuosoIl borgo di Boccadasse

13 giugno 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento