I musei di Merano e dintorni

Castel Tirolo

Ha un clima temperato, con più di trecento giorni di sole all’anno. Ci sono la Spa più high tech d’Europa e alcune delle vette più belle delle Alpi. Ma Merano è anche cultura e musei. Se volete conoscere da vicino la storia dell’Alto Adige, è qui che dovete venire.

A due passi dal centro storico potete godervi il lusso fin de siècle e il relax di Hotel Adria. Il suo centro benessere con Spa è uno dei più conosciuti della regione: piscina coperta, padiglione con quattro saune diverse e sala fitness. Basta per un lungo weekend rigenerante?

Museo Civico
Piazza Duomo, 6 – Merano
Tel. 0473 270038
Aperto da Pasqua al 6 gennaio, da martedì a sabato, 10.30-17; domenica e festivi, 10.30-13. Lunedì chiuso.
Biglietto intero € 6.00

Riaperto da poco nella nuova sede accanto al Duomo, un palazzo del Seicento ristrutturato di recente, il Palais Mamming Museum custodisce le collezioni del Museo Civico di Merano, il più antico museo dell’Alto Adige – fu inaugurato nell’ottobre del 1900. Il percorso di visita, a sviluppo circolare, racconta la storia di Merano, dalla preistoria all’arte contemporanea.
Il museo festeggia la sua riapertura con due settimane di eventi, dal 25 aprile al 9 maggio. Sabato 25 e domenica 26 aprile, porte aperte con ingresso libero, dalle 9 alle 17.

Merano Arte
Via Portici, 163 – Merano
Tel. 0473 212643
Da martedì a domenica, 10-18. Lunedì chiuso.
Biglietto intero € 6.00

Ospitato nei tre piani dell’edificio della Cassa di Risparmio, Merano Arte è la casa meranese dell’arte e della cultura contemporanee. Nello spazio espositivo di 500 metri quadrati trovano posto esposizioni, concerti, performance, incontri letterari, seminari e workshop. Fino al 14 giugno potete visitare Ricette d’Artista, esposizione che indaga i punti in comune fra produzione artistica in studio e preparazione del cibo in cucina.

Museo delle Donne
Via Mainardo, 2 – Merano
Tel. 0473 231216
Da lunedì a venerdì, 10-17; sabato, 10-12.30. Domenica chiuso.
Biglietto intero € 4.50

Il museo, fondato da Evelyn Ortner, presenta la più grande e completa raccolta d’Europa di abiti femminili, accessori e oggetti di vita quotidiana, dal Novecento fino agli anni Novanta del secolo scorso.
Se è vero che la moda è lo specchio della società, dietro le vetrine di questa esposizione vi attende il racconto delle immagini e dei ruoli femminili nella nostra società.
Il Museo delle Donne è ospitato nei locali del Convento delle Clarisse, edificio del Trecento nel centro storico di Merano.

Castello Principesco
Via Galilei – Merano
Tel. 329 0186390
Aperto dal 1° aprile al 6 gennaio, da martedì a sabato, 10-30-17; domenica e festivi, 10.30-13. Lunedì chiuso.
Biglietto intero € 5.00

Raggiungibile da via Galilei o da via Portici, sul retro del Municipio, il castello racconta le storie del duca Sigismondo e dell’imperatore Massimiliano I – soggiornò nel maniero nel 1516. I suoi locali, un tempo residenza dei principi del Tirolo, offre l’occasione per scoprire abitudini e stili di vita medievali. Nell’edificio, introdotto da un bel cortile con affreschi di stampo naturalistico, potete visitare la stanza del principe, con una stufa maiolicata del Quattrocento, le camere nuziali e la collezione di armi e strumenti musicali del XVI secolo. Il castello ospita anche matrimoni celebrati con il rito civile.

Museo Ebraico
Via Schiller, 14 – Merano
Tel. 0473 236127
Aperto tutto l’anno, escluse le festività ebraiche e il periodo natalizio: martedì e mercoledì, 15-18; giovedì e venerdì, 9-12.
Ingresso gratuito.

Allestito nella sinagoga meranese, il museo espone documenti, oggetti e testimonianze della comunità ebraica nata in città fra la fine dell’Ottocento e il primo scorcio del Novecento. Fino allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, la comunità ebraica di Merano fu un centro culturale e mondano fra i più importanti dell’Europa centrale. Nelle sue sale si ripercorrono tutti gli anni, da quelli più belli a quelli tragici della Shoah.

Museo del Turismo dell’Alto Adige
Castel Trauttmansdorff – Via San Valentino, 51/a – Merano
Tel. 0473 255 655
Dal 1° aprile al 31 ottobre, ogni giorno dalle 9 alle 19. Dal 1° novembre al 15 novembre, ogni giorno dalle 9 alle 17.
Biglietto intero € 12.00 (museo e giardini)

Anche noto come Touriseum, il Museo del Turismo dell’Alto Adige è immerso nel verde smagliante dei giardini di Castel Trauttmansdorff, la dimora scelta dalla principessa Sissi per i suoi soggiorni meranesi. Il museo è il primo dell’arco alpino tutto dedicato all’avvincente storia del turismo a Merano e in Alto Adige. Con filmati, scenografie mobili e contributi audio scoprirete due secoli di storia del turismo da una doppia prospettiva, quella dei viaggiatori e quella della popolazione locale.
L’attrazione più nota del museo è il Gioco dell’Alto Adige, un flipper lungo dieci metri, c’è chi dice che sia il più grande al mondo, intagliato nel legno da alcuni artisti della Val Gardena.

Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano
Castel Tirolo – Via del Castello, 24 – Tirolo
Tel. 0473 220221
Dal 13 marzo all’8 dicembre, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 10 alle 17; in agosto, dalle 10 alle 18.
Tel. 0473 220221
Biglietto intero € 7.00

Volete sapere proprio tutto sulla storia della regione? Allora varcate la soglia dell’antica residenza dei conti del Tirolo, fondata nella seconda metà dell’XI secolo. Il racconto inizia dagli albori, passando per il Medioevo, epoca d’oro del maniero, fino ai giorni nostri. La cappella del castello, intitolata a San Pancrazio, spicca un ciclo di bellissimi affreschi gotici. Per uno scorcio sul paese, salite sul camminamento di ronda. Nella corte interna, con il caffè e lo shop, potete rilassarvi all’ombra degli alberi, cullati dal mormorio delle fontane.

Museo del Vigneto
Castello Rametz – Via Labers, 4 – Maia Alta
Tel. 0473 211 011
Fino al 7 novembre: da lunedì a venerdì, 10-16; sabato, 10-12. Dal 9 novembre: da lunedì a venerdì, 10-17; sabato, 10-12. Domenica chiuso.
Biglietto intero € 5.00

Alle porte di Merano, su una collina morenica protetta dalle cime del Gruppo di Tessa, sorge il Castello Rametz. Attorno al maniero si dipanano i filari dei dieci ettari di vigneti della tenuta agricola omonima. La tenuta ospita un museo vinicolo articolato in quattro sale, con una bella collezione di attrezzi un tempo usati per la viticoltura.
Da vedere anche la cantina più grande dell’azienda: costruita nel Settecento, è una delle più belle di Merano e dintorni. Non mancate la degustazione di vini abbinati al Kaiserspeck.

Museo della Montagna di Reinhold Messner
Castel Juval – Juval, 3 – Castelbello
Tel. 348 4433871
Aperto dalla quarta domenica di marzo al 30 giugno e dal 1° settembre alla prima domenica di novembre, dalle 10 alle 16. Solo visite guidate. Mercoledì chiuso.
Biglietto intero € 9.00

Voluto dal famoso alpinista altoatesino e dedicato al mito della montagna, il museo è allestito nel Castel Juval, arroccato su un’altura della Val Venosta, a circa venti minuti d’auto da Merano. Il museo custodisce una raccolta di dipinti con vedute delle grandi montagne sacre, una collezione di cimeli tibetani e maschere provenienti dai cinque continenti, la stanza del Tantra e, nei sotterranei del maniero, le attrezzature usate da Reinhold Messner nelle sue spedizioni.

Museo della Macchina da Scrivere
Piazza della Chiesa, 10 – Parcines
Tel. 0473 967 581
Da aprile a ottobre: lunedì, 14-18; da martedì a venerdì, 10-12 e 14-18; sabato, 10-12. Da novembre a marzo: solo martedì, 10-12.
Biglietto intero € 7.00

Il museo è dedicato a Peter Mitterhofer, l’inventore della macchina da scrivere, nato proprio a Parcines, piccolo paese ai piedi del Gruppo di Tessa, a pochi minuti da Merano, nel 1822. Mitterhofer costruì la prima macchina da scrivere nel 1864 – oggi è esposta nel Museo della Tecnica di Vienna. Per due volte Mitterhofer bussò alle porte dell’imperatore Francesco Giuseppe I per presentargli la sua invenzione, senza successo; rassegnato, si ritirò nel suo paese natale, dove morì solitario. A parziale risarcimento, il Comune di Parcines, con l’aiuto di Kurt Ryba, donatore della sua collezione di macchine da scrivere, ha allestito questo museo: duemila oggetti esposti, di cui quattrocento nel museo e circa milleseicento nello showroom.

Mondo Treno
Piazza Gerold, 3 – Parcines / Rablà
Tel. 0473 521460
Da martedì a domenica, 10-17. Lunedì chiuso.
Biglietto intero € 9.50

Chi non ha mai giocato almeno una volta con un trenino elettrico? Ebbene, nella frazione di Rablà, nel comune di Parcines, a dieci minuti d’auto da Merano, potete visitare la più grande installazione digitale di ferrovie in miniatura d’Italia: con i suoi oltre ventimila pezzi, Mondo Treno è una delle maggiori collezioni private in Europa di treni in miniatura, con tanto di scenari notte-giorno alternati a intervalli regolari.
Il plastico, esteso su una superficie di trecento metri quadrati, riproduce l’Alto Adige in miniatura, dal Brennero alla Val Venosta. Nell’angolo dei bimbi, i piccoli visitatori del museo possono giocare con i trenini.
Mondo Treno è nato nel 2004, grazie al dottor Gunther Steitz, che donò la sua collezione di trenini elettrici all’Associazione Amici della Ferrovia in Miniatura.

Il Museo delle DonneCastel TrauttmansdorffIl Museo della Montagna di Reinhold MessnerMondo Treno

24 aprile 2015  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento