I musei più eccitanti di Genova

Genova in versione notturna

Arriva l’autunno. Cosa fare? Per esempio, regalarsi una breve fuga a Genova, da soli o in famiglia, per conoscere la città da un punto di vista sorprendente. Noi abbiamo fatto una scorribanda nel centro storico e nei suoi dintorni e abbiamo scelto dieci musei. Se volete segnalarci i vostri, scriveteceli nei commenti.

Un weekend per conoscere la città? Scoprite la nostra collezione di hotel in Liguria

Acquario
Area Porto Antico – Ponte Spinola
Tel. 010 23451
Biglietto intero € 24.00, ragazzi (4-12 anni) € 15.00, bambini (0-3 anni) gratis

Non potete dire di essere stati a Genova senza aver varcato almeno una volta l’ingresso del suo Acquario. È il più grande d’Italia, il secondo in Europa, dopo quello di Valencia, e il nono al mondo. Nei suoi quasi diecimila metri quadrati di superficie nuotano proprio tutti, squali e delfini, pinguini e otarie, tartarughe e pesci tropicali. Il percorso di visita è di circa 2 ore e 30 minuti.

La Città dei Bambini e dei Ragazzi
Area Porto Antico – Magazzini del Cotone
Tel. 010 2345635
Biglietto intero € 5.00, ragazzi (3-12 anni) € 7.00, bambini (24-35 mesi) € 5.00, bambini (0-23 mesi) gratis

Se visitate Genova con la vostra famiglia, è qui che dovete andare. Giochi, scienza e tecnologia per bambini e ragazzi dai 2 ai 12 anni. Tutto è stato pensato per i piccoli visitatori, per educare, incuriosire e divertire. Nella Città sono disponibili oltre 90 installazioni interattive e tre grandi spazi: un’area dedicata ai piccoli dai 2 ai 3 anni (La percezione del mio corpo); uno per i bambini dai 3 ai 5 anni (Io e gli altri, Mani in acqua, Il mondo intorno a me); un terzo per i ragazzini dai 6 ai 12 anni (Il Vivente, L’idea tecnologica, Gioco con la fisica, Il Transatlantico).

Museo Nazionale dell’Antartide
Area Porto Antico – Palazzina Millo (1° piano)
Tel. 010 2470653
Biglietto intero € 6.00, ragazzi (4-12 anni) € 3.00, bambini (0-3 anni) gratis

Filmati, ricostruzioni, reperti scientifici e allestimenti interattivi per vivere da vicino l’esperienza della base italiana in Antartide. Sala dopo sala, scoprirete il fascino e la natura ostile dell’ultimo continente incontaminato del nostro pianeta.

Galata Museo del Mare
Calata De Mari, 1 (Darsena – Via Gramsci)
Tel. 010 2345655
Biglietto intero € 12.00, ragazzi (4-12 anni) € 7.00, bambini (0-3 anni) gratis

Lo trovate sulla darsena di Via Gramsci, dove un tempo sorgevano i docks genovesi – Galata è il nome di un quartiere storico di Istanbul, sede di una delle più numerose comunità genovesi nel Mediterraneo.

Se volete sapere tutto sul mare e sul commercio marittimo, questo è l’indirizzo giusto. Il museo racconta le avventure via acqua dei mercanti genovesi ai tempi della Repubblica marinara, con tante sale interattive e la riproduzione in scala naturale di una galea. Una sezione è dedicata ai transatlantici, alle carte nautiche e alla simulazione di una tempesta al largo di Capo Horn.

Davanti alla darsena è ormeggiato il sommergibile Nazario Sauro, appendice galleggiante del museo.

Via del Campo 29 rosso
Via del Campo, 29r
Tel. 010 2474064
Visite guidate € 12.00, bambini (0-12 anni) gratis

Genova non sarebbe Genova se nei suoi caruggi non risuonassero le note delle canzoni di Fabrizio De André. Negli spazi un tempo sede dello storico negozio “Musica Gianni Tassio”, frequentato fin da giovane dal musicista, troverete la casa dei cantautori genovesi, un laboratorio culturale aperto al pubblico per assaporare la storia della musica, le note, la poesia e la produzione artistica della città. Un po’ emporio, un po’ museo, a Via del Campo 29 rosso potrete vedere anche la chitarra Esteve appartenuta a De André.

Via del Campo 29 rosso organizza visite guidate per scoprire i meandri del centro storico, alla ricerca dei luoghi e delle suggestioni evocate dai cantautori e poeti genovesi.

Casa di Cristoforo Colombo e Torri di Sant’Andrea
Vico dritto di Ponticello – Piazza Dante Alighieri
Tel. 010 2516714
Biglietto intero € 3.00, under 18 gratis

Nei pressi di Porta Soprana, poco fuori dalle mura medievali della città, sorge un edificio su tre piani, con tre stanze ciascuno. Le fonti storiche più accreditate indicano proprio in questa costruzione la Casa di Cristoforo Colombo. Con tutta probabilità, l’aspetto attuale della dimora è frutto di una ricostruzione settecentesca di come doveva apparire a metà del Quattrocento – il piano terra ospitava la bottega del padre, commerciante tessile. Vicino, le due Torri di Sant’Andrea, costruite dai genovesi nel 1155 per respingere l’esercito di Federico Barbarossa – due lapidi in latino ricordano l’impresa.

Museo di Storia Naturale
Via Brigata Liguria, 9
Tel. 010 564567
Biglietto intero € 5.00, ridotto € 3.00

Questo museo è una vera rarità a livello internazionale. Nei suoi spazi sono custoditi oltre 4 milioni di esemplari: raccolte botaniche, collezioni geologiche, minerali, rocce e fossili, quella dei mammiferi e quella degli insetti, il salone dedicato alla paleontologia e quello dell’ornitologia.

Una curiosità. Il museo ospita uno scheletro di circa 20 metri di lunghezza di una balenottera trovata nel 1878 nel comune di Monterosso al Mare.

Museo Navale di Pegli
Villa Doria – Piazza Bonavino, 7 – Pegli
Tel. 010 6969885
Biglietto intero € 5.00, ridotto € 3.00

Carte nautiche, dipinti e disegni, modelli navali, strumenti di costruzione e di navigazione realizzati fra il Quattro e l’Ottocento. Nella villa rinascimentale di Pegli appartenuta a Giovanni Andrea Doria, ammiraglio genovese del Cinquecento, potete scoprire i segreti degli antichi cantieri navali e delle botteghe artigiane dedicate al mondo marittimo. Il museo conserva anche i modelli delle tre caravelle usate da Cristoforo Colombo per la traversata dell’Atlantico.

Museo delle Culture del Mondo
Corso Dogali, 18
Tel. 010 2723820
Biglietto intero € 6.00, ridotto (ragazzi 5-12 anni e over 65 anni) € 4.50, bambini (0-4 anni) gratis

Salite sulla collina di Monte Galletto, una delle alture del quartiere di Castelletto, per conquistare uno dei belvedere più belli di Genova. Il castello, fondato sul finire dell’Ottocento dal capitano di mare Enrico Alberto d’Albertis, è un collage architettonico di tanti stili e influenze diversi, medievali e neogotici, con rimandi esotici e ispano-moreschi. Il museo testimonia il fascino dei mondi lontani visitati dal capitano. Un secondo percorso di visita presenta il materiale archeologico ed etnografico delle popolazioni indigene di Africa, Americhe e Oceania.

Museo d’Arte Orientale
Villetta Di Negro – Piazzale Mazzini, 4
Tel. 010 542285
Biglietto intero € 5.00, ridotto € 3.00

Si tratta di una delle collezioni d’arte orientale più importanti d’Europa. Il museo è a Villetta Di Negro, parco pubblico genovese nel quartiere di Castelletto, a pochi passi da Piazza Corvetto e dal Palazzo del Governo. I pezzi esposti appartenevano tutti alla collezione del pittore e incisore Edoardo Chiossone. Fra i tanti, opere giapponesi di varie epoche e grandi sculture del Giappone, della Cina e del Siam.

I delfini dell'AcquarioGalata Museo del MareVilla Doria, sede del Museo Navale di PegliL'emporio di Via del Campo 29 rosso

12 settembre 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento