Merano, la Kurstadt dell’Alto Adige per una vacanza slow

Le Terme Merano by night

Più di trecento giorni di sole all’anno. Sapori tirolesi e clima mediterraneo. Una full immersion nel wellness della Kurstadt e la funicolare più grande dell’Alto Adige. Merano è per tutti, per le famiglie con bambini e per chi al fascino delle Alpi proprio non può dire di no.

Da dove iniziare? Lungo il fiume Passirio troverete la Spa più high tech d’Europa. Legno, pietra, vetro e acqua: lo stile contemporaneo delle Terme Merano è firmato a due mani dagli architetti berlinesi Rüdiger Baumann e Julia Zilich – interni del bolzanino Matteo Thun. Un tuffo nelle piscine indoor e outdoor per nuotare e rilassarsi dal primo mattino fino a qualche minuto prima delle 22.  E mentre voi vi godrete un massaggio o una seduta in sauna, i vostri bambini giocheranno nel baby parking delle Terme (gratis, domenica chiuso). Ma se cercate un’offerta più comoda, vale la pena provare il wellness dell’Hotel Adria. Il suo centro benessere è uno dei più rinomati dell’Alto Adige: sotto al grande padiglione, la Spa, quattro saune, una piscina coperta, la beauty farm, bagno turco, sala fitness e sauna finlandese.

Per un po’ di refrigerio, provate la Passeggiata d’Estate. Pioppi, palme, cedri del Libano e un arcobaleno di fiori vi accompagnano dalla riva sinistra del Passirio fino al Ponte Romano. La statua dell’ingresso inferiore è dedicata a Sissi. Il sentiero della principessa vi indica la via per raggiungere Castel Trauttmansdorff dal centro storico di Merano. I Giardini di Castel Trauttmansdorff ospitano specie floreali provenienti da ogni angolo del mondo. In primavera è il regno del tulipano – ce ne sono più di 150 mila. In estate, i giardini acquatici e terrazzati, il Laghetto delle Ninfee – ci nuotano carpe Koi, anatre e tartarughe -, i fiori di loto, più di 200 esemplari di palme, camelie e azalee e un roseto con oltre 50 specie selvatiche e 30 varietà storiche. Nel castello, il Touriseum, il Museo provinciale del Turismo, con le stanze di Sissi.

Per godervi l’alta montagna, salite a Merano 2000 con la funivia in partenza da Naif, in Val Nova, progettata dall’architetto sudtirolese Roland Baldi: è la più grande funicolare dell’Alto Adige – trasporta 120 passeggeri a viaggio in soli 7 minuti. In inverno si scia alla grande. In estate, ci sono chilometri di sentieri con percorsi adatti anche ai passeggini. Per i bambini, il Luckis Kinderland e l’Alpin Bob, la pista da slittino su rotaie. Rifugi e malghe per un pranzo tirolese o per la Marendn,  la merenda tradizionale dell’Alto Adige con speck e pane fatto in casa. Per i più intrepidi, itinerari in mountain bike, per il nordic walking, escursioni da rifugio a rifugio e vie ferrate per scalare le vette solitarie delle Alpi.

Aspettando il Merano WineFestival, il rito del Törggelen e il Mercatino di Natale, a Merano si va per musei. Uno dei più visitati è il museo storico culturale della Provincia di Bolzano. È a Castel Tirolo, a dieci minuti d’auto dalla città – in alternativa, i sentieri da Lagundo e da Merano. Nel centro storico, in Via Portici, Merano Arte, la casa dell’arte contemporanea e delle avanguardie internazionali. A meno di trecento metri, in un ex monastero di clarisse, il Museo delle Donne, con una sorprendente collezione di abiti, monili e accessori dell’universo femminile.

Hotel AdriaI Giardini di Castel TrauttmansdorffEscursioni a Merano 2000Il centro di Merano

2 agosto 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento