10 luoghi romantici a Parma e dintorni

Scorcio di Palazzo Ducale

Un weekend o poco più. È tutto quel che vi serve per scoprire queste mete romantiche a Parma e provincia. Tanti castelli, una volta di stelle, la magia di un borgo incantato, uscito pari pari dai libri delle favole. Avete già trovato la dimora giusta nei dintorni di Parma?

Duomo e Battistero

La Cattedrale dell’Assunta e il Battistero ornano quella che in tanti dicono sia una delle piazze più belle del Medioevo italiano – concordiamo. Piazza Duomo è uno spazio intimo e raccolto, lontano dal traffico e dal caos, un luogo dove la bellezza dell’arte e il rosa del marmo veronese del Battistero dànno quel tocco di poesia in più. Insomma, la tappa giusta per dare il via al vostro weekend romantico.

I borghi

Nei dintorni di Piazza Duomo potete esplorare la ragnatela di viuzze e vicoli medievali. Sono i borghi di Parma, il cuore storico della città, dove tutto ebbe inizio. Il modo migliore per esplorarli è vagare senza meta. A ogni svolta incontrerete qualcosa d’inatteso, una boutique alla moda, un caffè d’altri tempi o una trattoria tipica. Ricordatevi che siete a Parma, nella culla del mangiar bene: regalatevi una sosta a tavola. Il piacere passa anche dal gusto.

Parco Ducale

Un passo oltre il torrente Parma e siete nel Giardino. Così i parmigiani chiamano il Parco Ducale, il grande polmone verde del centro città ornato di statue e graziosi tempietti. Percorrete i suoi viali alberati mano nella mano. Sedetevi su una panchina intorno al laghetto o visitate il Palazzo Ducale, eretto nel Cinquecento su progetto del Vignola (tel. 0521 508184).

A veder le stelle

Un antico castello fortificato carezzato dalle acque del Grande Fiume. Come soffitto una volta di stelle – tempo permettendo. Ma quelle che brillano in cielo non sono le sole stelle dell’Antica Corte Pallavicina. Alla corte di Massimo Spigaroli, chef stellato Michelin, potete scoprire la cultura del buon cibo e il Culatello più buono che abbiate mai assaggiato. Una grande vetrata affacciata sul Po, la candela che crepita sul tavolo e le delizie della cucina. Per una sosta più lunga, le suite del relais, sistemazioni eleganti con grandi vasche da bagno e arredi d’epoca.

Tabiano Castello

Quello di Tabiano è uno dei manieri più antichi della provincia di Parma. È a pochi minuti da Salsomaggiore Terme, fu dei Marchesi Pallavicino e risale all’XI secolo. Mille anni di storia non ne hanno scalfito il fascino. La vista è d’eccezione: nelle giornate di cielo terso, potrete scorgere perfino le Alpi. Il castello di Tabiano ospita un relais di charme esclusivo. Le suite sono nella torre di guardia e nella dimora padronale – alcune hanno vasca antica in camera, pavimento in cotto e caminetto. La Spa è nella grotta naturale. Le due piscine sono nel parco con vista panoramica da urlo.

Torrechiara

Fra i tanti castelli del Ducato di Parma e Piacenza, quello di Torrechiara è il più incredibile e fra i meglio conservati (tel. 0521 355255). Non ci credete? Da Parma seguite le indicazioni per Langhirano. Prima del paese, su un colle fra la città e la montagna, spicca la mole massiccia del maniero. Tre cerchie di mura, torri squadrate, terrazze panoramiche a picco sulla Val Parma. Ma la vera sorpresa è la Camera d’Oro, affrescata con le rappresentazioni quattrocentesche dell’amor cortese.

Come tutti i castelli che si rispettano, anche quello di Torrechiara ha il suo fantasma. Nelle notti di plenilunio, lo spettro di una bellissima duchessa si aggira insonne nella torre del maniero offrendo baci appassionati agli uomini che la incontrano.

Castello di Scipione

Un’atmosfera romantica e ricca di storia. Due suite raffinate nella quiete del Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, immerse nel verde delle colline fra le province di Parma e Piacenza. Stoffe ricercate e suppellettili d’epoca, sale da bagno raffinate e spaziose, un immenso giardino e il loggiato seicentesco affacciato sul suggestivo borgo medievale. Nell’Osteria del Castello, piatti tipici e d’autore in ambienti dallo stile rustico ed elegante.

Fontanellato

La prima attrazione del piccolo borgo medievale, a meno di mezz’ora d’auto da Parma, è la Rocca Sanvitale. Attorno, il fossato colmo d’acqua  e la corona di portici del paese, da poco inserito fra i Borghi più Belli d’Italia. All’interno, la saletta di Diana e Atteone, affrescata dal Parmigianino, e la Camera Ottica, un sistema di prismi e lenti per spiare la piazza senza essere scorti (solo visite guidate, tel. 0521 829055). Ogni terza domenica del mese, nelle vie del borgo, potete curiosare fra i banchi del mercatino dell’antiquariato.

Rocca di Soragna

L’ultimo principe, Diofebo, vive ancora nella Rocca, nel centro del paese (per visite, tel. 0524 597978). La Rocca Meli Lupi merita una visita, anche solo per ammirare le sue grandi sale barocche, le opere d’arte preziose, gli stemmi e gli affreschi antichi. Ma per un bacio appassionato, vi consigliamo di varcare la soglia del parco all’inglese con laghetto. Fiabesco e romantico, è quel che ci vuole per stupire il vostro partner.

Reggia di Colorno

Da Parma seguite le indicazioni per Colorno. Venti minuti d’auto bastano per raggiungere la Reggia, complesso monumentale del primo Settecento commissionato dal duca Francesco Farnese secondo l’esempio delle grandi corti europee (tel. 0521 312545). Cosa c’è di più romantico di una passeggiata nel suo verde? Sono quattro chilometri di giardini all’italiana e alla francese, straordinari tutto l’anno, ma ancor di più in primavera. Nella Reggia, sono più di quattrocento le sale, le corti e i cortili. Gli ambienti più ricercati, e visitati, sono gli appartamenti del Duca e della Duchessa.

Duomo e BattisteroAntica Corte PallavicinaAntico Borgo di Tabiano CastelloReggia di Colorno

5 settembre 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento