10 luoghi romantici a Genova

Panorama di Genova dal Belvedere Montaldo

Ogni città custodisce dei luoghi che parlano la lingua dell’amore. E Genova, che di scorci pittoreschi è ricca, non fa certo eccezione. Questa è la nostra personalissima selezione dei 10 migliori posti romantici di Genova (li abbiamo scelti con il cuore).
Sognate un weekend romantico in una meta speciale nei dintorni della città? Prima d’iniziare la lettura, sfogliate la nostra scelta di hotel di charme in Liguria!

1. Spianata Castelletto (Belvedere Montaldo)

La Spianata vi offre uno dei panorami più eccitanti (e romantici) della città. Potete arrivarci da Piazza Portello, con l’ascensore liberty, o scalando le crêuze (salite) che s’inerpicano dal centro storico. Conquistata la vetta, Genova sarà ai vostri piedi: dal Porto Antico alla Villa del Principe Doria, dai tetti in ardesia delle vecchie case alla Lanterna, di questo belvedere non vi stancherete mai.

2. Il Porto Antico e l’Isola delle Chiatte

Per respirare salsedine e passeggiare mano nella mano, il Porto Antico è la meta che ci sentiamo di consigliare a tutti gli innamorati. Potete salire sul Bigo, l’ascensore panoramico con vista a 360° sulla città. Ma per un bacio da togliere il fiato cullati dallo sciabordio delle onde, raggiungete l’Isola delle Chiatte, una struttura galleggiante realizzata da Renzo Piano, con panchine e lampioni, dedicata al compositore Luciano Berio. La trovate poco oltre l’Acquario. Panorama semplicemente spettacolare su tutto il porto.

3. I caruggi

Caruggi e crêuze sono l’anima della Genova nascosta, quella che si concede poco a poco agli occhi dei turisti. Questa è la città più autentica e labirintica, contorta e pittoresca. Salite e piazzette, vicoli ombrosi e rugginose ringhiere di ferro: camminare senza fretta né meta è il modo migliore per scoprire la Genova popolare, quella delle friggitorie, delle piccole botteghe artigiane e dei banchi con il pescato fresco arrivato dal porto. Sapori e odori potrebbero stimolare il vostro appetito: per placarlo, provate la focaccia al formaggio di Tristano e Isotta, in Vico del Fieno. Per lo shopping chic, puntate verso Via di Scurreria. In Piazza Banchi-Sestiere Molo, il mercatino dei fiori, le bancarelle di frutta e verdura e i baracchini di quadri, cornici, dischi e libri usati.

4. Sant’Ilario

Fuori Genova, alle spalle di Nervi, Sant’Ilario è il paesino cantato da Fabrizio D’Andrè in Bocca di Rose. Oltre che per questa citazione, Sant’Ilario è famoso per il suo clima, particolarmente mite anche in pieno inverno. Lo potete raggiungere percorrendo le ripide crêuze immerse nel verde della Riviera di Levante. Dalle sue alture, il panorama sul Golfo del Paradiso è eccellente.

5. Il lungomare di Corso Italia

È una passeggiata ampia e soleggiata nel levante di Genova: dal quartiere della Foce corre per circa due chilometri fino al borgo di pescatori di Boccadasse. Sulla promenade incontrerete magnifiche ville liberty, ristoranti con terrazze e spiagge attrezzate. In estate, il lungomare è uno dei luoghi della movida genovese: sceglietela per fare le ore piccole.

6. Boccadasse

Fra l’ultimo lembo orientale di Corso Italia e il Capo di Santa Chiara spuntano le piccole case color pastello di questo antico borgo di pescatori. Nella piccola baia sono ormeggiate le barche dei pescatori. Dagli scogli le lenze fendono l’aria e cadono in acqua. Boccadasse è una Genova quasi surreale, sicuramente magica. Sul Belvedere Firpo, una lastra in marmo vi ricorderà, in dialetto genovese, che state per lasciare i rumori della città alle vostre spalle, per immergervi nell’atmosfera del piccolo borgo. Da Piazza Firpo scendete la ripida crêuza: arriverete alla spiaggia. Per viziarvi, una sosta in gelateria è d’obbligo: l’Antica Gelateria Amedeo, fra i tanti, propone il gusto panera, il classico genovese al caffè – fra i suoi clienti affezionati anche Paolo Villaggio. Fra vicoli e minuscole piazzette, a Boccadasse troverete anche qualche buon ristorante per una cena con il sottofondo del mare.

7. Righi

Per un viaggio breve alle spalle di Genova, salite sulla funicolare Zecca-Castellaccio: in una manciata di minuti uscirete dal traffico della città e arriverete sui sentieri dei forti genovesi: Sperone, Fratello Minore, Puin, Fratello Maggiore e Diamante. Dalla collina del Righi, capolinea della funicolare, la Superba e il mare appaiono in tutto il loro splendore.

8. Il lungomare di Pegli

Lasciato il centro storico, verso ponente il porto moderno ha fagocitato gran parte del litorale. Ma c’è ancora uno spicchio di città che non ha ceduto alle lusinghe del commercio. Fin dall’Ottocento, Pegli è una delle località balneari più rinomate della riviera ligure – nei suoi alberghi svernava l’èlite europea del tempo. Situata fra Sesti Ponente e Prà, ancora oggi è uno dei quartieri più eleganti di Genova. La passeggiata del lungomare, ornata di palme e giardini in fiore, è perfetta per tutti gli innamorati.

9. Villa Durazzo-Pallavicini

La villa, situata a Pegli, è circondata da uno dei maggiori giardini storici d’Europa e ospita il Museo Archeologico Ligure. Palme, piante esotiche, lecci e allori e, in primavera, la fioritura delle camelie – quella di Villa Durazzo-Pallavicini è una delle più antiche collezioni italiane. Spettacolare la scenografia del Lago Grande, immagine catartica del Paradiso, con il tempietto neoclassico di Diana e un ponticello in stile orientale.

10. La passeggiata di Nervi

Nell’estrema periferia orientale di Genova, la passeggiata Anita Garibaldi corre come una terrazza sul mare tagliata nella roccia per circa due chilometri, dal porticciolo di Nervi fino all’antico scalo di Capolungo. C’è chi la considera la passeggiata più bella e romantica al mondo: fra agavi, piante grasse e le incredibili fioriture delle ville di Nervi, il colpo d’occhio è spettacolare (la vista spazia da Portofino a gran parte della costa ligure di Ponente).

Il lungomare di Corso ItaliaIl borgo di BoccadasseIl giardino di Villa Durazzo-PallaviciniLa passeggiata di Nervi

17 gennaio 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

1 commento a “10 luoghi romantici a Genova”

  1. Rodolfo scrive:

    Genova, la mia città, la puoi apprezzare quando ci ritorni dopo che ti sei trasferito per lavoro e ti rendi conto di quanto sia diversa da tutte la altre.
    MA SE GHE PENSU…..

Lascia un commento