Cosa vedere nel Gargano

Veduta di Vieste

È una terra magica per vocazione questo lembo di Puglia bagnato dal mare su tre lati. Fra le più spettacolari dell’Adriatico, le acque del Gargano richiamano ogni anno migliaia di turisti. Ma basta alzare lo sguardo dal mare per accorgersi che su questo promontorio c’è molto altro da vedere e da esplorare.

Cercate un soggiorno indimenticabile nel Gargano? Affacciato su una piazzetta a picco sul mare, nel centro storico di Vieste, l’Hotel Seggio è ospitato in un edificio del Seicento, un tempo sede del Comune. La piscina vista mare, il solarium panoramico in pietra e un delizioso ristorante tipico vi aspettano.

Siete pronti per scoprire le meraviglie del Gargano?

Parco Nazionale del Gargano

È il polmone verde del promontorio, conta circa 2.200 specie botaniche: ampi boschi di faggi, lecci e cerri verso l’interno; pini d’Aleppo e la tipica macchia mediterranea verso la costa. Fra i mammiferi, il più raro è il Capriolo Garganico, specie autoctona che con un po’ di fortuna potrete avvistare fra le faggete del promontorio. Il Parco offre decine e decine di escursioni da esplorare a piedi, in mountain bike o a cavallo.

Vieste

Fra i maggiori centri turistici del Gargano, Vieste è il più orientale del promontorio. Spicca su una piccola penisola rocciosa con le sue casette bianche e la figura tozza e bruna del suo castello. Ai lati, due baie con lunghe spiagge sabbiose di fronte al mare più bello della Puglia. Nella parte piana della penisola si sviluppa il quartiere moderno; sulla parte rocciosa, il centro storico, con le ripide stradine intrecciate le une alle altre a disegnare un pittoresco labirinto.

Peschici

Peschici è conosciuta come la Perla del Gargano ed è facile capire perché. Vicoli, piazzette, piccole corti e ripide scalinate vi accompagneranno nel suo centro storico. Il paese antico sorge su una rupe rocciosa a picco sul mare. Nella cerchia delle mura del Recinto Baronale è da vedere il Castello Normanno, eretto intorno all’anno Mille: i suoi giardini offrono un panorama mozzafiato. La Marina di Peschici, fra il porto turistico e il borgo, è una delle spiagge più frequentate dai turisti.

Trabucchi

Se viaggerete lungo la costa del Gargano non potrete fare a meno di notarli. I trabucchi sono costruzioni tipiche di Peschici, nei dintorni del borgo se ne contano ancora sette, utilizzate per la pesca del pesce di passaggio. Un complesso sistema di pali di legno, fili e carrucole aziona la rete a sacco. Ormai in disuso e tutelati come patrimonio monumentale dal Parco Nazionale del Gargano, alcuni trabucchi sono diventati caratteristici ristorantini.

Rodi Garganico

Il piccolo borgo sorge fra Peschici e il Lago di Varano. Abbarbicato su un piccolo promontorio roccioso, Rodi Garganico è abbracciato da una distesa di agrumeti, pineti e uliveti – è il centro principale per la coltivazione degli agrumi del Gargano. Rodi è anche il porto di riferimento per i collegamenti con le isole Tremiti. Se volete godervi il sole e il mare, dovete solo scegliere una spiaggia fra le tante nei dintorni: a levante e a ponente ci sono centinaia di metri di sabbia fine e acque purissime.

Isole Tremiti

Salpate dal porto turistico di Rodi Garganico per scoprire le Perle dell’Adriatico. Le Isole Tremiti distano circa dodici miglia dalla costa e sono tutelate dal Parco Nazionale del Gargano. L’arcipelago conta sei isole, ma tre fra queste sono scogli o poco più. L’isola maggiore è quella di San Domino: ospita Cala delle Arene, l’unica spiaggia sabbiosa delle Tremiti; l’isola più popolosa è quella di San Nicola. Natura selvaggia e acque incontaminate richiamano ogni anno migliaia di turisti. Una curiosità. Sulle isole si parla il dialetto napoletano, ischitano per la precisione, anziché quello foggiano tipico della costa garganica. Il motivo? La colonizzazione di pescatori provenienti da Ischia, voluta dal re Ferdinando II nel 1843.

Mattinata

Se amate il mare, è qui che dovete puntare la vostra bussola. Mattinata sorge nella parte più meridionale del Gargano, a circa venti minuti d’auto da Manfredonia. Il borgo guarda il mare da una conca colorata dal verde da ettari ed ettari di ulivi. Nel centro storico di Mattinata spiccano le pagghiére, tipiche costruzioni in pietra a secco simili ai trulli di Alberobello e ai nuraghi della Sardegna. Verso la costa troverete alcune fra le più belle spiagge del Gargano, i Faraglioni di Baia delle Zagare e i lidi di Vignanotica e di Mattinatella. Un consiglio? Noleggiate una barca per esplorare le insenature, le calette e le grotte.

Peschici in versione notturnaIl mare del GarganoIl guerriero a guardia delle Isole TremitiLa spiaggia di Vignanotica

18 aprile 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento