Fermo, arte e shopping griffato vista mare

Vista di Fermo

Se vagherete fra le campagne dell’antico Piceno, attraverserete distese di vigneti, orti e frutteti. E fra un poggio e l’altro, spunterà qualche fortezza, qualche borgo o una torre solitaria. Dei tanti paesi, Fermo è il maggiore, quello con più piazze, strade, musei, teatri e palazzi da vedere.

Fermo è collina ma la brezza del mare si fa ancora sentire. In una parola? Irresistibile. Proprio come le nostre dimore nelle Marche.

Piazzale del Girfalco

È il belvedere della città. Per arrivarci, dovrete salire lungo Viale Mazzini, fino alla sommità del Colle Sàbulo. Da lassù vi sembrerà di essere quasi in bilico fra cielo e mare: all’orizzonte spuntano i profili dei Monti Sibillini e l’azzurro dell’Adriatico, lontano una manciata di minuti. Sul poggio domina la mole della Cattedrale, dalla bella facciata in pietra d’Istria.

Teatro dell’Aquila

Appena sotto il Duomo, in Via Mazzini, il Teatro dell’Aquila è il teatro storico di Fermo e fra i più imponenti del Settecento nell’Italia centrale (tel. 0734 284295). L’interno è sontuoso: il soffitto è dipinto a tempera e al centro luccica un grande lampadario a 56 bracci in ferro dorato e foglie lignee. L’acustica è perfetta: non a caso, quella del Teatro dell’Aquila è una delle sale storiche più prestigiose d’Italia.

Piazza del Popolo

La chiudono due file di logge con i portici di cotto. Piazza del Popolo è uno straordinario scenario rinascimentale, tanto da meritarsi il titolo di salotto buono della città. Per arrivarci, potete salire sull’ascensore che da Via XX Settembre arriva a Viale Vittorio Veneto (in funzione 24 ore al giorno). Ogni giovedì di luglio e agosto la piazza ospita il Mercatino dell’artigianato e dell’antiquariato. Ma l’evento clou è la Cavalcata dell’Assunta, ogni 15 agosto: è il Palio più antico d’Italia, la prima edizione risale al 1182.

Palazzo dei Priori

L’edificio maggiore di Piazza del Popolo è il Palazzo dei Priori, sede del Comune, della Pinacoteca Civica, della Biblioteca e della Sala del Mappamondo. Fra i tanti capolavori che potrete vedere nella Pinacoteca, il più prezioso è l’Adorazione dei pastori di Pietro Paolo Rubens, la sola opera del pittore fiammingo presente nelle Marche (tel. 0734 217140). Il grande mappamondo realizzato dall’abate Amanzio Moroncelli nel 1713 dà il nome alla sala, primo nucleo della Biblioteca Comunale, la più ricca delle Marche e fra le prime dieci d’Italia.

Cisterne Romane

Da Piazza dei Priori scendete lungo Via degli Aceti per arrivare alle Cisterne Romane, un monumentale complesso archeologico per la raccolta dell’acqua piovana conservato alla perfezione e aperto al pubblico (tel. 0734 217140). La loro costruzione, assai ardita per l’epoca, risale attorno al 40 d.C. L’area archeologica è una delle più grandi d’Europa: si estende sottoterra, su una superficie di circa 2.200 metri quadrati.

Museo Polare

Fra i tanti musei di Fermo, questo è il più insolito, l’unico in Italia dedicato alle ricerche polari artiche. Fondato nel 1969 dall’esploratore Silvio Zavatti, il Museo Polare si articola in sei sale espositive con laboratori didattici, installazioni interattive e visite animate (Viale Trento 29, tel. 0734 226166).

Shopping grandi firme

Il Fermano è la culla della manifattura artigianale italiana. Le griffe più famose sono tutte qui. L’outlet di Tod’s è a Sant’Elpidio a Mare, lungo Via Filippo della Valle (tel. 0734 871671). A pochi metri sorge quello di Prada (tel. 0734 666066). A Monte San Pietrangeli troverete lo spaccio aziendale di Nero Giardini (tel. 0734 969422), a Civitanova Marche quelli di Cesare Paciotti (tel. 0733 7906429) e Fornarina (tel. 0733 895550).

Il mare, infine

Solo sei chilometri separano Fermo dal mare. Lunghe spiagge di sabbia dorata e borghi incantevoli: la prima località balneare è Porto San Giorgio, seguita da Lido di Fermo e Casabianca. La più suggestiva è Torre di Palme, piccolo borgo medievale a picco sul mare circondato dal Bosco del Cugnolo: case in cotto, qualche ristorantino romantico e la bella Chiesa di Sant’Agostino, con un polittico di Vittore Crivelli e una tavola di Vincenzo Pagani.

Piazza del PopoloLa Sala del Mappamondo di Palazzo dei PrioriLa suite di Vacanza Romantica a FermoTorre di Palme

21 marzo 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento