Cosa vedere ad Assisi e dintorni

Tramonto su Assisi

Due ordini di mura e decine di porte proteggevano Assisi nei periodi più bui del Medioevo. Di quest’epoca la cittadina ha conservato tutto, il tessuto urbano, le rocche, le basiliche e le altre chiese. Meta inesauribile di pellegrinaggi, a meno di un’ora d’auto da Perugia e da Gubbio, Assisi è famosa in tutto il mondo per aver dato i natali a San Francesco e a Santa Chiara. Ecco un breve itinerario e gli hotel ad Assisi e dintorni consigliati per il vostro viaggio in Umbria.

La Basilica Superiore

Una delle caratteristiche peculiari di Assisi è lo sviluppo su più livelli del suo centro storico. Non fa eccezione la Basilica di San Francesco, divisa fra Superiore e Inferiore. Gotica, slanciata e luminosa la Basilica Superiore, fate scorrere i vostri occhi sulla parte centrale della navata per ammirare le scene delle Storie di San Francesco: la tesi prevalente fra gli storici vuole che a dipingerle fu Giotto, sul finire del Duecento. Nella parte del transetto di sinistra spuntano gli affreschi del Cimabue; sul transetto e nella navata di destra, i cicli del Nuovo e dell’Antico Testamento attribuiti a vari maestri del tempo.

La Basilica Inferiore

Delle due, la Basilica Inferiore è la più antica. Venne fondata appena due anni dopo la morte di Francesco, nel 1228 (stesso anno della beatificazione). Stile romanico-lombardo, una sola navata, dal 1230 la chiesa custodisce le spoglie di San Francesco. Splendidi affreschi decorano le cappelle della Basilica.

Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco

Si trova in due sale del Palazzo Nord del Sacro Convento, accanto all’abside della Basilica di San Francesco. La raccolta comprende opere delle arti minori, fra cui tessuti, manoscritti, reliquiari, calici, oltre a una piccola collezione di dipinti e sculture.

Basilica di Santa Chiara

La chiesa intitolata a Santa Chiara ricorda per stile e forme la Basilica di San Francesco. La facciata rosa e bianca è realizzata in pietra estratta dal vicino Monte Subasio: è decorata da un grande rosone con un doppio giro di colonne e archi. All’interno, la cripta con le reliquie della santa e il crocifisso che, secondo la leggenda, parlò a San Francesco.

Piazza del Comune

È il cuore laico di Assisi. Sulla piazza si affacciano gli edifici del potere civile: il Palazzo del Capitano del Popolo, il Palazzo dei Priori e la Torre del Popolo. Sul lato settentrionale, il Tempio di Minerva, eretto nel I secolo a.C., dalla classica facciata sorretta da sei colonne corinzie.

Anfiteatro romano

Oltre al Tempio di Minerva, a testimoniare il passato romano di Assisi ci sono i resti dell’Anfiteatro, costruito nella prima metà del I secolo d.C. La sua forma ellittica si indovina fra le casi medievali di Assisi.

La Rocca maggiore

Sul punto più alto della collina affacciata sulla valle del Topino e del Chiascio spicca il solo castello di Assisi. Per raggiungerla, da piazza San Rufino bisogna incamminarsi verso Porta dei Perlici e via della Rocca. La salita è lunga ma il panorama al culmine del colle è straordinario. Leggenda vuole che nella Rocca soggiornarono Federico Barbarossa e Federico II.

Eremo delle Carceri

Da Assisi dovete seguire le indicazioni per il Monte Subasio. La strada sale per cinque chilometri – molti scelgono di percorrerla a piedi -, fino ad arrivare a una serie di grotte frequentate da eremiti già in epoca remota. L’Eremo delle Carceri fu il luogo di ritiro, preghiera e silenzio scelto da Francesco e dai suoi compagni. Mistica la passeggiata nel bosco, fra le grotte naturali e le piccole cappelle per la meditazione dei fedeli. Appena dopo il ponte sorge un leccio, lo stesso albero protagonista della benedizione di San Francesco agli uccelli. Per i più allenati, consigliata la salita al Monte Subasio: da lassù il panorama è immenso.

Basilica di Santa Maria degli Angeli

Fra Assisi e Bastia Umbra, nell’omonima frazione, la Basilica di Santa Maria degli Angeli è un altro centro della spiritualità francescana. Venne eretta nel Cinquecento per proteggere la piccola cappella della Porziuncola, uno dei luoghi di preghiera preferiti da Francesco. Qui il santo fondò il primo nucleo dell’Ordine dei Frati Minori e sempre qui, la sera del 3 ottobre 1226, morì.

La Basilica di San FrancescoPiazza del ComuneScorcio del centro storico di AssisiLa Basilica di Santa Maria degli Angeli

12 marzo 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento