A caccia di tramonti a Catania e dintorni: un itinerario romantico in 6 tappe

Tramonto sulla Sicilia orientale

Splendida è splendida, non c’è che dire. Le chiese barocche e le piazze monumentali. I teatri, le fontane e i mercati storici – il più pittoresco è quello di Fera ‘o luni, in Piazza Carlo Alberto ogni lunedì. Le dimore dell’aristocrazia di città e le pasticcerie con i dolci di mandorla – non mancate gli Nzuddi. E se fosse proprio Catania la meta per il vostro San Valentino? Il suo centro storico è elegante, raffinato, per veri innamorati.

Per una passeggiata mano nella mano le mete in città sono due. Il lungomare di San Giovanni Li Cuti è un piccolo borgo di pescatori appena a nord rispetto al centro: qui trovate la spiaggia più pittoresca di tutto il lungomare catanese. È un litorale di rocce e scogli neri, di origini vulcaniche. Sul lido si affacciano graziosi ristoranti con il pesce pescato dalle piccole barche ormeggiate lungo il molo del porticciolo.

La seconda meta consigliata, in pieno centro storico, è Villa Bellini. I suoi giardini sono i più antichi di Catania. Luogo preferito dalle coppie di innamorati, offre la giusta dose di relax e intimità. Che vacanza romantica sarebbe senza un vero tramonto? Puntiamo alla costa per una passeggiata sul lungomare di Aci Trezza, il borgo di pescatori raccontato da Giovanni Verga nel romanzo I Malavoglia. Proprio davanti al porto del piccolo borgo spuntano i faraglioni dei Ciclopi; secondo la leggenda, furono scagliati in mare da Polifemo per fermare la fuga di Ulisse.

Per gli innamorati più arditi, la meta può essere una sola: l’Etna. I veri esperti della materia dicono che il versante migliore sia quello nord. Se il cielo è terso, aguzzate la vista, perché con lo sguardo potrete arrivare a scorgere perfino le Isole Eolie. L’escursione sull’Etna è troppo impegnativa? Ai piedi del vulcano, sul versante settentrionale, possiamo goderci gli scorci suggestivi del borgo di Randazzo, un intreccio di piccole vie medievali, scalette e angoli suggestivi: diviso in tre quartieri, il più suggestivo (e antico) è quello di San Martino.

Weekend da veri principi? Sul litorale fra Catania e Taormina incontriamo il Castello di San Marco, sontuosa dimora barocca di fine Seicento con suite romantiche, ristorante con cene a lume di candela e l’Aquae Leonis Spa, il tempio del benessere e della bellezza.

Ormai siamo alle porte di Taormina, la perla del lusso siciliano. Arabo, normanno e barocco il suo centro storico, abbarbicato sulle pendici del Monte Tauro e abbracciato dai colori dei primi mandorli in fiore, degli aranci, dei cactus e dei pini marittimi. Se cercate la giusta atmosfera, camminate mano nella mano fino alla spiaggia di Isola Bella verso il tramonto. Sarete solo voi e la risacca del mare.

Scorcio del centro storico di CataniaRelax a San Giovanni Li CutiIl borgo di RandazzoI faraglioni dei Ciclopi

Castello di San Marco - Calatabiano (Catania)Castello di San Marco - Suite DeluxeCastello di San Marco - RistoranteCastello di San Marco - Aquae Leonis Spa

29 gennaio 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento