Aspettando il Carnevale in Puglia

Il borgo di Giovinazzo visto dall’Hotel S. Martin

Il rito dei falò in questo borgo bianco affacciato sulla costa adriatica pugliese racchiude in sé molti significati: per tutta Giovinazzo, rappresenta anzitutto il ricordo della fine di un periodo triste, coinciso nel 1463 con la morte del principe di Taranto Giulio Antonio Orsini, tiranno responsabile di un lungo periodo di carestia del paese. Alla notizia della morte del loro usurpatore, i giovinazzesi scesero nelle vie e nelle piazze del loro paese, accesero fuochi, danzarono, mangiarono fave e olive, i cibi della tradizione contadina. Questa festa si ripete ogni anno: è un trionfo di folklore e magia, uno spettacolo unico nel suo genere. L’appuntamento è per domenica 22 gennaio, al calare della sera, quando nelle piazze del borgo arderanno i ceppi in onore del santo protettore degli animali domestici.

L’Hotel S. Martin vi invita a trascorrere il prossimo weekend nel cuore più antico del borgo pugliese. In un antico cenobio di monache benedettine, risalente all’XI secolo, troverete venti ampie camere dagl’arredi raffinati e dagl’accessori ricercati: ambienti caratterizzati da decoro e gusto estetico, impreziositi da finiture di lusso e da splendide viste panoramiche sul centro storico di Giovinazzo e sulla costa pugliese fra Trani e Bari. In concomitanza con i Falò di Sant’Antonio, l’Hotel S. Martin proporrà una mostra a ingresso libero realizzata dalla sezione locale dell’Associazione Italiana Amici dei Presepi.

Piccolo borgo proteso sul litorale adriatico, Giovinazzo è un  borgo dalle origini remote, nato come semplice villaggio di barcaioli e pescatori, anche se la leggenda vuole che sia stato fondato da Perseo, figlio di Zeus e di Danae. Nel tempo, il piccolo villaggio di pescatori divenne un porto di transito verso l’Oriente vicino e lontano. Da vedere nel suo centro storico sono la Cattedrale di Santa Maria Assunta, in stile romanico pugliese con inserti normanni e orientali, e il Palazzo Ducale realizzato nel Seicento su commissione del principe Nicolò Giudice, monumentale residenza rivolta verso il mare antistante il borgo.

Da Giovinazzo, in meno di un’ora d’auto, potete arrivare a Putignano, la sede del più antico Carnevale d’Europa: quest’anno siamo all’edizione numero 618. L’annuncio del Carnevale è atteso per oggi, mercoledì 18 gennaio, ma nei fatti l’evento è già iniziato il 26 dicembre, come ogni anno. Le sfilate lungo i Corsi Mascherati si terranno il 5, il 12, il 19 e il 21 febbraio, ma ogni giorno a Putignano è Carnevale. Da non perdere i tradizionali appuntamenti del giovedì, quando nel centro storico del paese andrà in scena una festa sempre diversa: il giovedì delle Monache (19 gennaio), il giovedì delle Vedove (26 gennaio), quello dei Pazzi (2 febbraio), vale a dire i giovani celibi, quello riservato alle donne sposate (9 febbraio) e, immancabile, quello dei Cornuti (16 febbraio), dedicato agli uomini sposati.

Il porticciolo di Giovinazzo    La Cattedrale di Giovinazzo    Un Falò di Sant’Antonio    Sfilata di carri al Carnevale di Putignano

Hotel S. Martin - Esterno    Hotel S. Martin - Camera    Hotel S. Martin - Camera    Hotel S. Martin - Veduta dalle terrazze

18 gennaio 2012  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento