I caffè storici di Torino

Caffè San Carlo

Decori e boiserie. Tappezzerie di raso e specchiere. Fra un bicerin e una cioccolata calda, un gianduiotto e una pralina, i caffè storici di Torino vi racconteranno la città dei re, i fremiti del Risorgimento e le aspirazioni degli intellettuali. Fra le mura di queste locali è passata la Storia. Cesare Pavese sedeva da Platti. Alexandre Dumas amava Al Bicerin. D’Azeglio e Rattazzi parlavano di politica da Fiorio.

Questo itinerario vi condurrà per mano nei grandi e piccoli salotti di Torino. Siete pronti per scoprire il lato goloso della città? Se decidete di fermarvi per più giorni, sfogliate la nostra collezione di hotel a Torino e dintorni.

Caffè Al Bicerin
Piazza della Consolata, 5
Tel. 011 4369325

Accomodatevi allo stesso tavolino di Cavour e ordinate un bicerin – in torinese, “piccolo bicchiere”. Cioccolata, caffè e crema di latte. Gusto dolceamaro per la classica bevanda calda di Torino, servita per la prima volta proprio qui. Il locale nacque nel 1763 ma nulla è cambiato da allora: spazi minuti, tavolini tondi bianchi e la vetrinetta affacciata sulla piazza del santuario della Consolata.

Per i più golosi, vietato uscire dal Caffè senza aver provato la Torta Bicerin, un goloso impasto di caffè e cioccolato fondente ricoperto di cioccolata bianca.

Caffè Baratti & Milano
Piazza Castello, 27
Tel. 011 4407138

Raffinato caffè storico d’Italia di inizio Novecento, in stile Art Nouveau, lo trovate fra la Galleria Subalpina e Piazza Castello. Fu inaugurato nel 1875 da Ferdinando Baratti e da Edoardo Milano – divenne ben presto fornitore ufficiale della Real Casa.

Non solo caffè, pasticceria e cioccolata: Baratti & Milano è un ristorante raffinato, ottimo anche per un aperitivo o per l’after dinner. Una curiosità. Le sue caramelle erano apprezzate da una fitta schiera di personaggi famosi, da Guido Gozzano a Quintino Sella, dal musicista Pietro Mascagni al pittore Delleani – Gozzano scrisse la sua poesia Le golose ispirandosi proprio ai clienti del locale.

Caffè Fiorio
Via Po, 8
Tel. 011 8173225

Cosa si dice al Fiorio? Nell’Ottocento era consuetudine che re Carlo Alberto aprisse le sue udienze con questa domanda. Il caffè, nato nel 1780 sotto i portici di Via Po, era il ritrovo più aristocratico della città, fucina dell’opinione pubblica, meta di nobili, diplomatici, alti ufficiali e intellettuali – non per niente, era conosciuto come il Caffè dei Codini o Caffè dei Machiavelli. Fra i tanti politici, hanno varcato la sua soglia Rattazzi, D’Azeglio e Cavour.

Le sue sale eleganti raccontano i segreti dei gelati più famosi di Torino, che Nietzsche era solito centellinare sulle labbra mentre interrogava gli sguardi della gente. Le specialità del locale? Il gelato al gianduia e la cioccolata calda.

Caffè Mulassano
Piazza Castello, 9
Tel. 011 547990

Sotto i portici della piazza, verso Via Po, il Caffè Mulassano era una delle mete preferite dai notabili della Real Casa e dagli artisti del vicino Teatro Regio. Fu aperto nel 1907 e divenne famoso nella Torino degli anni Venti per aver inventato i tramezzini, così battezzati da Gabriele D’Annunzio, prima come accompagnamento per l’aperitivo, poi come pranzo veloce per gli impiegati e le sartine di Via Roma e Via Po – il locale importò per primo in città anche il toast. Ancora oggi nella sua buvette potete scegliere fra oltre trenta tramezzini diversi, caldi e freddi, dal celebre tramezzino all’aragosta a quello con la bagna cauda.

Fra un morso e l’altro, date uno sguardo all’ambiente. Piccolo e raccolto, sono solo trentun metri quadri, ma ricco di charme, di marmi, decori floreali in bronzo e con un sontuoso soffitto a cassettoni.

Caffè Pepino
Piazza Carignano, 8
Tel. 011 542009

È un caffè storico nato nel 1903. Sorge di fronte a Palazzo Carignano, nell’omonima piazza. Ben presto fu il locale preferito di Casa Savoia. Ancora oggi è il punto di riferimento per la grande pasticceria fredda; merito del Pinguino, il primo gelato al mondo su stecco ricoperto di cioccolato, inventato e brevettato proprio qui, nel 1939. Non solo gelato, però. Il caffè propone servizio di ristorazione, aperitivi, colazioni e catering.

Caffè Platti
Corso Vittorio Emanuele II, 72
Tel. 011 5069056

Fu inaugurato nel 1870. Lo trovate sotto i portici di Corso Vittorio Emanuele II, nei pressi del prestigioso Liceo D’Azeglio. La Torino che contava si è seduta ai suoi tavolini. Qualche nome? Luigi Einaudi, Cesare Pavese, il fondatore della FIAT Giovanni Agnelli. Le sue sale sono capolavori in stile liberty originale. La pasticceria ha originali boiserie. La Sala degli Specchi conserva arredi anni Trenta con spunti Decò. Nella Sala del Caffè, un autentico bancone degli anni Venti e soffitti a tinte pastello con stucchi barocchi.

Un consiglio? Assaggiate i cioccolatini, quelli fondenti, quelli al latte e quelli con le nocciole, le praline e i gianduiotti.

Caffè Reale
Piazzetta Reale, 1 – Palazzo Reale
Tel. 011 545354

Se volete vivere i fasti regali del Settecento, infilate la porta di questo storico locale ospitato nella residenza sabauda di Palazzo Reale. Un tempo Regia Frutteria e Biblioteca di Casa Savoia, il caffè è il frutto di un’accurata opera di restauro. Tre sale ampie e altrettante vetrine, dietro cui scintillano argenti e porcellane appartenuti alla Real Casa. Se siete golosi, ma golosi davvero, regalatevi l’aristocratica “merenda Reale”: cioccolata calda e piccola pasticceria per un dolce pomeriggio.

Caffè San Carlo
Piazza San Carlo, 156
Tel. 011 532586

Sotto i portici della piazza omonima, il Caffè San Carlo fu inaugurato nel 1822. Dieci anni più tardi, fu il primo caffè storico italiano a dotarsi dell’illuminazione a gas. La luce serviva per far risplendere stucchi, marmi, statue e dorature che decorano il locale, ancora oggi il più prestigioso salotto di Torino.

Frequentato da intellettuali, il caffè divenne una delle roccaforti del Risorgimento. Ai suoi tavoli, fra i tanti, si sono seduti Boselli, Gramsci, Einaudi – Alexandre Dumas sorseggiò qui il suo primo bicerin. Il locale serve miscele di caffè esclusive, colazioni, pause pranzo, pasticceria, aperitivi e gran buffet.

Caffè Torino
Piazza San Carlo, 204
Tel. 011 545118

Sinonimo di eleganza e di servizio impeccabile, il Caffè Torino, dal 1903, anno della sua apertura, accoglie torinesi e non sotto i portici di Piazza San Carlo. Se cercate i veri gianduiotti, è qui che li troverete. In più, tante praline, la cioccolata calda e pranzi raffinati. Da questo salotto esclusivo sono passati Pavese ed Einaudi, De Gasperi e i miti del cinema anni Cinquanta, da Brigitte Bardot alla conturbante Ava Gardner.

Caffè Baratti & MilanoCaffè MulassanoIl famoso BicerinCaffè Platti

26 settembre 2014  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento