10 luoghi romantici a Napoli

L'isola di Nisida vista dal Parco Virgiliano di Posillipo

Pittoresca, vivace, contraddittoria. Napoli è così. Se state per programmare un viaggio sul golfo con il vostro lui, o con la vostra lei, in questo articolo troverete il nostro personalissimo decalogo di mete romantiche partenopee. Per un weekend di passione, ricordatevi di dare uno sguardo alla nostra collezione di hotel di charme in Campania.

La terrazza di Posillipo

Avete presente la cartolina di Napoli? Il Vesuvio sotto il cielo azzurro. La città ai suoi piedi. Il molo di Mergellina e ‘o gurfo. Per il più classico dei panorami romantici, arrampicatevi sulla collina di Posillipo da via Orazio fino alla terrazza di via Felice Minucio. Il bacio al tramonto è un must.

Le tredici discese di Sant’Antonio

Alla terrazza di Posillipo potete salire anche da una delle Rampe di Sant’Antonio, conosciute pure come le Tredici discese. Fra le loro curve a gomito potrete vedere la città da diverse prospettive. Le tredici rampe uniscono il convento di Sant’Antonio a Posillipo e a Mergellina.

Parco Virgiliano

Con tutta probabilità è il più straordinario parco panoramico della città. Per i napoletani è il parco ‘a Rimembranza – attenzione a non confonderlo con il Parco Virgiliano di Piedigrotta. Questo Parco Virgiliano lo trovate nel quartiere di Posillipo, di fronte all’isola di Nisida. Nessun altro punto panoramico di Napoli offre così tanto da vedere. Con un solo sguardo abbraccerete le isole di Ischia, Capri e Procida, il golfo di Pozzuoli e quello di Bacoli, il Vesuvio, la Penisola Sorrentina e tutto il centro storico partenopeo.

Marechiaro

Il piccolo borgo negli anni Sessanta era il luogo simbolo della dolce vita napoletana e meta preferita dalle star hollywoodiane ospiti della città. Quei tempi spensierati se ne sono andati, ma non la celebre Fenestrella, una piccola finestra con un garofano sul davanzale. La Fenestrella e il suo fiore ispirarono una delle canzoni napoletane più popolari, Marechiare, scritta da Salvatore di Giacomo. Fra i ristorantini tipici e dalla spiaggetta del borgo la vista corre veloce da Napoli fino alla Penisola Sorrentina e all’isola di Capri.

Castel dell’Ovo

È la fortezza più antica di Napoli. La trovate sul lungomare di Mergellina, nel rione di Santa Lucia. Castel dell’Ovo sorge sull’isolotto di tufo di Megaride. Salite sulle sue terrazze – l’ingresso è libero: alle spalle avrete tutta Napoli, a levante il Vesuvio e davanti a voi il tramonto fiammeggiante. Appena sotto al castello inizia il Borgo dei Marinari, sede dei più prestigiosi circoli nautici della città e di locali d’autore per una cenetta a lume di candela.

Piazza del Plebiscito

Elegante di giorno, straordinaria di notte. Andateci quando il sole è già tramontato. Sotto le luci fioche dei suoi lampioni splendono i più importanti edifici storici di Napoli, dalla Basilica di San Francesco di Paola al Palazzo Reale. Per una passeggiata chic, la Galleria Umberto I e via Toledo, la via dello shopping partenopeo.

Certosa di San Martino

Sulla collina del Vomero, accanto a Castel Sant’Elmo, spicca il grande complesso monumentale della Certosa di San Martino. Visitate il suo museo storico e i suoi giardini, accessibili dal Quarto del Priore e dalla sala delle carrozze. Nel giardino inferiore, fra i vigneti dei monaci, si snoda una passeggiata di grande effetto. Inutile raccontare il panorama: dalle terrazze della certosa il Golfo di Napoli sarà ai vostri piedi.

Villa Floridiana

Nel quartiere del Vomero, il parco di Villa Floridiana è l’apice del romanticismo. Brevi sentieri e piccoli boschi regalano scorci pittoreschi e angoli deliziosi. Nel parco si alternano le forme tipiche del giardino all’italiana e le prospettive del giardino all’inglese. Fra le fronde degli alberi scorgerete tempietti e grotte misteriose. Nel giardino a terrazza, fra le colonne del Tempio ionico, spuntano Napoli e il golfo inquadrati in vedute incantevoli. Sul retro della villa, il laghetto con le tartarughe carette.

Il molo di Acquamorta

D’accordo, il suo nome potrebbe farvi storcere il naso, ma ricordatevi che questa passeggiata è una delle preferite dalle coppie d’innamorati. Per arrivarci dovrete lasciarvi Napoli alle spalle, puntare verso il golfo di Pozzuoli e arrivare fino a Monte di Procida. Il mare piatto si tinge di rosa appena il sole incontra l’orizzonte. I gabbiani volteggiano nell’aria sotto il cielo rosso: come due visioni eteree, spuntano dalle acque le sagome di Ischia e di Procida. Riuscite a immaginare qualcosa di più romantico?

Parco dei Camaldoli

Alle spalle della città, fra Guantai e Rione Alto, la Collina dei Camaldoli è il punto più alto di Napoli. Sul versante di Soccavo, avrete a portata di sguardo gran parte della Campania. Quello di Camaldoli è il più grande parco urbano italiano – 135 ettari di superficie boschiva. Per una vista d’eccezione, il Belvedere Grande, nei pressi dell’eremo: da togliere il fiato.

Avete altre mete romantiche a Napoli da consigliarci? Scrivete il vostro commento qui sotto.

Castel dell'Ovo e il VesuvioPiazza del PlebiscitoNapoli dalla Certosa di San MartinoLa Fenestrella a Marechiaro

13 settembre 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento