10 cose da vedere a Pantelleria

Resort Acropoli

L’hanno chiamata con tanti nomi. Ombelico del Mediterraneo. Perla Nera. Gli Arabi la battezzarono Betn el Riah, ossia “figlia del vento”. Fu Yrnm per i Fenici, ovvero “isola degli struzzi”. Per i greci era Kossura e per i latini Cossyra, terra della fertilità. Pantelleria spunta al largo della Sicilia, quando all’orizzonte già si intravvede la costa della prima Africa.

Cercate un luogo speciale per trascorrere la vostra vacanza sull’isola? Le abitazioni tipiche di Pantelleria sono i dammusi, le dimore contadine in pietra lavica con il tetto a cupola. Resort Acropoli ve ne propone due: il Dammuso Turchese, con patio, e il Dammuso Zaffiro, impreziosito da un pavimento realizzato in ceramica decorata a mano. Due suite, altrettanti appartamenti, il bagno turco e la piscina privata con idromassaggio ombreggiata dalle palme completano l’offerta di soggiorno.

Scelto l’hotel, non ci resta che scoprire cosa vedere a Pantelleria. Noi abbiamo scelto dieci mete. Per esplorare l’isola, i modi sono tre: auto, scooter o barca.

1. Pantelleria Centro

Il borgo antico venne distrutto dai bombardamenti anglo-americani del 1943. In piedi è rimasto il Castello Barbacane, all’imboccatura del porto vecchio. Sul lungomare del paese, una bella passeggiata, i bar, i ristorantini di pesce fresco e i negozi per lo shopping.

2. Scauri

Fra le contrade di Pantelleria, Scauri è una delle maggiori. Il paese vero e proprio sorge su un costone di roccia lavica a strapiombo sul mare, nella parte sud-occidentale dell’isola. Nella parte bassa, il Porto Vecchio, punto di approdo per le imbarcazioni impegnate nel tour dell’isola. Nei dintorni di Scauri, le località migliori per lo snorkeling e antiche tombe bizantine.

3. Cala del Faro

Il litorale di Pantelleria è roccia nuda di origine vulcanica. Se rimpiangete le spiagge basse e sabbiose, vi ricrederete subito dopo aver visto questo tratto di costa nei pressi del faro e del porto di Scauri: è una delle più belle discese a mare dell’isola. Sull’orizzonte si staglia il villaggio bianco. Sotto di voi, lo smeraldo e il blu cobalto dell’acqua. Luogo perfetto per i tuffi.

4. Khamma

Con la vicina frazione di Tracino, Khamma è una delle contrade più popolate di Pantelleria. La trovate sul versante orientale dell’isola, in una zona ricca di verde e di dammusi. Alle spalle del centro abitato, i filari di viti e le coltivazioni di capperi, specialità di Pantelleria. Poco distanti, le sorgenti termali di Gadir e la caratteristica formazione rocciosa dell’Arco dell’Elefante.

5. Zubebi

È la contrada dello Zibibbo, l’uva dolce da cui nasce l’omonimo vino liquoroso tipico dell’isola. La contrada sorge alle pendici del vulcano spento, la Montagna Grande, il punto più alto di Pantelleria (836 metri sul livello del mare). Dalla frazione, la vista sull’isola è magnifica.

6. Cala Levante

Nella parte orientale dell’isola, è una meta frequentata soprattutto dagli appassionati delle immersioni subacquee. Il litorale è chiuso a ovest dal Grande Faraglione di Punta Tracino e a est dall’Arco dell’Elefante. Luogo ideale per ammirare l’alba e gli splendidi colori dell’isola.

7. Parco Naturale della Montagna Grande

Al centro dell’isola, nel suo punto più elevato, la riserva naturale orientata è l’habitat protetto per tante specie della flora mediterranea. Tipici di Pantelleria sono il leccio, l’erica, il ginepro, il mirto e il pino marittimo. Qui e là spuntano le palme arabeggianti e i dammusi. A dispetto delle scarse piogge, nella riserva esiste anche un bacino d’acqua dolce: è lo Specchio di Venere, una sorgente di acque termali balneabili, accessibili liberamente.

8. Balata dei Turchi

Era lo scalo naturale preferito dai pirati che approdavano a Pantelleria. La Balata dei Turchi è una baia modellata da una colata lavica nel versante più meridionale dell’isola. Arrivarci non è così facile: dovete seguire una strada sterrata impervia, preclusa ai mezzi comuni. Lo spettacolo vale però la fatica. Il nero diamantino della pietra vulcanica, il blu del mare e il verde della macchia mediterranea vi stupiranno piacevolmente.

9. Mursìa

Alle porte di Pantelleria Centro, il nome di questa località appare spagnoleggiante, ma così non è: Mursìa viene dall’arabo e indica la “contrada del porto”. Mursìa sorge nei pressi delle Kuddie Rosse, le colline rosse affacciate su uno dei più bei panorami dell’isola. Nei pressi della frazione, una piccola spiaggia di ghiaia e i reperti archeologici delle antiche popolazioni di Pantelleria.

10. Sant’Anna

Sul versante nord-ovest dell’isola, la collinetta prende il nome dalla piccola chiesa bianca eretta con probabilità nel Settecento, quando Pantelleria era ancora sotto il Regno di Spagna. Saliteci quando il cielo è terso e volgete il vostro sguardo verso ponente: sull’orizzonte scorgerete distintamente le coste della Tunisia.

Resort Acropoli - Suite DiamanteL'Arco dell'ElefanteLo Specchio di VenereUn tipico dammuso di Pantelleria

3 aprile 2013  |  categoria: Regalati Emozioni

Lascia un commento