Scoprire Torino tra residenze reali, innovazione e grandi scrittori del passato

Ecco cosa fare e vedere per scoprire Torino in tutta la sua bellezza, tra palazzi che profumano di storia e paesaggi indimenticabili

Una città che profuma di storia e cultura, leggendaria e legata alla storia d’Italia. Ecco come scoprire Torino, città dalla storia bimillenaria, probabilmente fondata come Taurasia nei pressi della posizione attuale attorno al III secolo a.C. dai Taurini, popolazione ligure dell’Italia settentrionale, e trasformata in colonia romana da Augusto col nome di Iulia Augusta Taurinorum nel I secolo a.C.. Dopo il dominio ostrogoto Torino fu capitale di un importante ducato longobardo, per poi passare, dopo essere divenuta capitale di marca carolingia, sotto la signoria nominale dei Savoia nell’XI secolo. Città dell’omonimo ducato, nel 1563 ne divenne capitale. Dal 1720 fu capitale del Regno di Sardegna (anche se solo de facto fino alla fusione perfetta del 1847, quando lo divenne anche formalmente), stato che nel XIX secolo avrebbe portato all’unificazione italiana e che fece di Torino la prima capitale del Regno d’Italia (dal 1861 al 1865).
Importante centro antifascista durante il Ventennio (1922-1943), è stata la patria, natia o adottiva, di alcuni fra i più grandi scrittori e letterati italiani del XIX e XX secolo, tra i quali Edmondo De Amicis, Emilio Salgari, Italo Calvino, Natalia Ginzburg, Norberto Bobbio, Cesare Pavese e Primo Levi.
Sede nel 2006 dei XX Giochi olimpici invernali, città natale di alcuni fra i maggiori simboli del «Made in Italy» nel mondo, come il Martini, il cioccolato gianduja e il caffè espresso, scoprire Torino significa anche entrare in contatto con il fulcro dell’industria automobilistica italiana, nonché importante centro dell’editoria, del sistema bancario, delle tecnologie dell’informazione, del cinema, dell’enogastronomia, del settore aerospaziale, del disegno industriale e dello sport.


Scoprire Torino, la metropoli

L’area Torino Metropoli comprende lo spazio urbano della città di Torino con i suoi dintorni delimitati da quella che, storicamente, viene definita, la Corona delle Delizie, l’anello formato dalle Residenze Reali ubicate all’esterno della città. L’attrattiva più importante è la città di Torino con tutta l’offerta culturale a lei legata: musei, siti e monumenti, l’arte contemporanea, i grandi eventi, turismo industriale e le Residenze Reali situate in centro città e nell’area metropolitana, nonché l’offerta enogastronomica.


Le colline del Po

Il fiume Po scorre in tutta la zona affiancando le dolci colline creando un paesaggio di grande fascino. Lasciando vagare lo sguardo si ammirano campi e zone boscose che si alternano a splendidi prati verdi, il fiume e la collina che in alcuni punti sembrano quasi sfiorarsi.
Le colline del Po sono un connubio tra un ambito fluviale d’elevata qualità ambientale e rilievi ricchi d’elementi di valore storico. Riserve naturali come quella del Bosco del Vaj e del Parco fluviale del Po si fondono con i castelli, le abbazie, gli scavi archeologicidella città romana di Industria.


Arte, storia e tombe illustri

Il Monumentale è un museo a cielo aperto.
La “Città del silenzio” ospita personaggi celebri e numerose testimonianze d’arte, come i bronzi di Celestino Fumagalli, autore del genio alato, la statua in rame collocata inizialmente sulla Mole, abbattuta da una tromba d’aria nel 1904 ed ora esposta al Museo del Cinema.
Personaggi famosi
Scrittori, statisti, storici, politici, artisti, calciatori, eroi: sono numerosi i personaggi che hanno tracciato la storia e la cultura non solo della Città ma dell’intero Paese e che oggi riposano nei cimiteri cittadini.
Discreti leggii collocati in prossimità delle sepolture offrono una breve biografia dell’illustre e le principali note d’interesse per il visitatore.
Il cimitero offre, così, molteplici percorsi: culturali, artistici, storici e religiosi che il visitatore può percorrere autonomamente o seguire attraverso visite guidate a tema


Le Residenze Reali

Le Residenze Reali di Torino e del Piemonte sono un immenso patrimonio culturale composto da un complesso sistema di palazzi, “vigne”, ville, castelli, antiche residenze dalla naturale vocazione all’ospitalità che vi attendono con spettacolari paesaggi e atmosfere esclusive.
La Corona di Delizie – Vincitore Premio Turismo Responsabile Italiano
Le Residenze Reali di Torino e del Piemonte sono un esempio virtuoso di turismo responsabile e sostenibile. Lo certifica un prestigioso riconoscimento che viene assegnato ogni anno in occasione della fiera World Tourism Expo di Padova nella categoria “Turismo Responsabile Italiano” – sezione Enti – con un dossier presentato da Turismo Torino e Provincia che ne evidenzia le potenzialità “green” attraverso la creazione di servizi turistici per godere appieno della bellezza di questi siti nel rispetto degli standard di sostenibilità.

scoprire torino

Dove dormire a Torino

Il Castello di Pavone, è un importante monumento storico, considerato fra i più belli d’Italia e fra i pochi a poter offrire un vero ristorante interno in ambienti di grande fascino e bellezza, dotato di arredi non comuni, che molto difficilmente si possono trovare altrove.
Il Castello Ai Nove Merli nasce in epoca medievale come presidio militare all’interno della Castellata di Piossasco con origini attorno all’anno mille, per il controllo dall’alto della via che univa Torino a Pinerolo.
Il Romantic Hotel Furno Restaurant Relais è un quattro stelle ricavato dal sapiente restauro di un’antica proprietà rurale del Settecento, a pochi minuti dall’aeroporto di Caselle e dal centro della città di Torino. Il complesso è immerso nel verde e circondato da uno splendido giardino con fiori, uno specchio d’acqua artificiale e alberi: comfort, ospitalità e discrezione si integrano perfettamente in un’atmosfera di classe.

 

Fonte: http://www.turismotorino.org

24 ottobre 2017  |  categoria: Dimore D'Epoca

Lascia un commento