Firenze da scoprire tra Michelangelo e scorci indimenticabili

Il capoluogo toscano si svela con un’esposizione imperdibile: ecco il Cinquecento di una Firenze da scoprire, oggi come ieri!

Una città meravigliosa e ricca di cultura e tradizioni: ecco Firenze da scoprire, tra mostre, eventi di moda e tanti luoghi insoliti.

Si parte dall’arte: ancora pochi giorni per visitare la straordinaria mostra fiorentina “Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna”, ospitata fino al 21 gennaio a Palazzo Strozzi.
Una straordinaria esposizione dedicata all’arte del Cinquecento a Firenze che mette in dialogo oltre settanta opere di artisti come Michelangelo, Bronzino, Giorgio Vasari, Rosso Fiorentino, Pontormo, Santi di Tito, Giambologna, Bartolomeo Ammannati.
Ultimo atto d’una trilogia di mostre di Palazzo Strozzi a cura di Carlo Falciani e Antonio Natali, iniziata con Bronzino nel 2010 e Pontormo e Rosso Fiorentino nel 2014, la rassegna celebra una eccezionale epoca culturale e di estro intellettuale, segnata dalla Controriforma del Concilio di Trento e dalla figura di Francesco I de’ Medici, uno dei più geniali rappresentanti del mecenatismo di corte in Europa. La mostra si pone inoltre come una straordinaria occasione per la creazione di collaborazioni con musei e istituzioni del territorio e a livello internazionale, con un’importante campagna di restauri condotta in occasione dell’esposizione.

E se, dopo la mostra, sarete ancora curiosi di scoprire di più di questa indimenticabile città, magari in occasione della kermesse Pitti Uomo (9-12 gennaio) e dei suoi numerosi eventi collaterali all’insegna della moda e dello spettacolo, ecco alcuni luoghi insoliti da visitare, diversi dai più noti percorsi turistici ma di uguale fascino!

A partire da Casa Buonarroti che in molti credono che sia la casa natale di Michelangelo. Non è così: Buonarroti nacque a Caprese, in provincia di Arezzo. Questa dimora fu solo una delle tante abitate in città dall’artista. Il museo custodisce una bella collezione di opere d’arte, schizzi e disegni di Michelangelo, raccolti nei secoli scorsi dai suoi discendenti, dai lavori giovanili, come la Madonna della Scala e la Centauromachia – o Battaglia dei centauri -, scolpita a soli 16 anni, alle creazioni dell’età più matura.
C’è poi il Museo Palazzo Davanzati o Museo dell’Antica Casa Fiorentina: se siete curiosi di scoprire come vivevano le famiglie più ricche della Firenze tardo medievale, avrete di che imparare. Superate il bel cortile del palazzo e salite il dedalo di scale. Al primo piano troverete il salone principale, lo studiolo, la Sala dei Pappagalli e quella dei Pavoni. Sopra, la camera da letto, un secondo salone, la sala da pranzo e un altro studiolo, arredato con preziose opere d’arte del Tre e Quattrocento.
Ecco poi le Cappelle Medicee, nella Basilica di San Lorenzo, un tempo parrocchia dei Medici e luogo di sepoltura della famiglia fin dal Quattrocento – la cappella è nota soprattutto per le tombe di Giuliano e Lorenzo de’ Medici, realizzate da Michelangelo. Il percorso museale include le sale della cripta, realizzate dal Buontalenti, e la libreria.
E, infine, il Museo Frederick Stibbert, lo spazio espositivo più insolito di Firenze. Lo trovate sul colle di Montughi, appena fuori dalla città. Cosa custodisce la sua collezione? Armi e armature di ogni tipo e di ogni Paese, europee, islamiche e giapponesi. Il museo è circondato da un romanticissimo parco all’inglese con tempietti, grotte e giochi d’acqua.

Programmare un soggiorno nella Firenze da scoprire

Ecco un’esperienza di soggiorno per scoprire Firenze assolutamente imperdibile, presso il magnifico Relais Villa il Sasso.
Immerso nel verde delle colline di Firenze, a soli 10 minuti dal centro storico, il relais nasce dall’accurato restauro di una villa trecentesca, vicino al prestigioso golf club dell’Ugolino. La dimora conserva numerosi affreschi e decorazioni, soffitti a cassettoni, pavimenti in cotto e graniglia. Relais Villa il Sasso offre una sistemazione unica nel suo genere: le 7 camere, che prendono il nome dalle famiglie nobili di Firenze che hanno risieduto nella villa, sono tutte arredate con mobili antichi e preziosi quadri e possiedono tutti i moderni comfort. La piscina, il boschetto e la cappella privata completano l’offerta, permettendo agli ospiti di godere di indimenticabili momenti di relax. Su richiesta si organizzano cene romantiche o pranzi di lavoro, per scoprire e gustare le specialità toscane. È disponibile inoltre un servizio di accompagnamento per lo shopping e una guida turistica.

8 gennaio 2018  |  categoria: Dimore D'Epoca, Itinerari nelle Dimore

Lascia un commento