8 castelli da vedere in Trentino

All’ombra delle Alpi o in riva a un lago. Fra scomparsi, visitabili e visibili, pare che i castelli del Trentino siano circa trecento. Ne abbiamo scelti otto. Siete curiosi di scoprirli? Non vi resta che proseguire la lettura…

 

Castello di Arco

Via Castello, 10 – Arco

Tel. 0464 510156

 

Questo maniero sorge su uno sperone di roccia. Proteso nel vuoto, dal suo belvedere potete scrutare la piana dell’Alto Garda.

Il Castello di Arco è famoso per la sua Sala degli Affreschi; il ciclo pittorico risale al Trecento e raffigura scene di vita di corte.

 

Castel Beseno

Via Castel Beseno, 4 – Besenello

Tel. 0464 820021

 

È a metà strada fra Trento e Rovereto, sulla sommità di una collina a guardia della Vallagarina. Quello di Beseno è il complesso fortificato più esteso del Trentino. Ampi spazi, bastioni, mura, porte fortificate e tanti affreschi donano al castello un’aura magica. Le prime notizie di questo complesso risalgono al XII secolo. Oggi, il maniero è una delle sedi del complesso museale del Museo provinciale del Castello del Buonconsiglio; in estate, ospita un bel calendario di eventi culturali.

 

Castello del Buonconsiglio

Via Clesio, 5 – Trento

Tel. 0461 233770

 

Fino al Settecento fu la sontuosa residenza dei principi-vescovi. Il complesso sorge su un dosso a est del centro storico di Trento. La cinta muraria abbraccia tutto il castello, composto da più costruzioni, realizzate in epoche differenti. All’interno, camminate con il naso all’insù: una serie di affreschi, commissionati fra Medioevo e Rinascimento, decorano i soffitti a cassettoni.

Il museo del Buonconsiglio propone una serie di collezioni d’arte e di reperti archeologici, dalla preistoria alla prima metà dell’Ottocento. Al complesso monumentale appartiene anche la Torre Aquila con il celebre Ciclo dei Mesi, uno dei più affascinanti cicli pittorici a tema profano dell’ultimo Medioevo.

 

Castel Pergine

Via al Castello, 10 – Pergine Valsugana

Tel. 0461 531158

 

Il Castello di Pergine è a guardia dell’omonimo paese della Valsugana dal IX secolo. Sorge su un dosso isolato, all’imbocco della Valle dei Mocheni, ricca di giacimenti minerari. Dall’alto delle sue mura, il panorama è sempre ottimo: la vista corre su gran parte dell’alta valle, da Civezzano al lago di Caldonazzo. Anche se di proprietà privata, il castello è aperto al pubblico, da aprile a novembre – disponibili visite guidate.

 

Castel Stenico

Salita al Castello – Stenico

Tel. 0465 771004

 

Questo maniero sorge all’ombra delle Dolomiti di Brenta, nella parte orientale dell’omonimo paese. Inserito nel circuito delle esposizioni museali del Castello del Buonconsiglio, conobbe il suo periodo di maggior splendore sotto i principi-vescovi di Trento. Ogni estate, il Castello di Stenico ospita una rassegna di concerti di musica classica.

 

Castel Toblino

Via Caffaro, 1 – Sarche

 

Uno sperone roccioso proteso nelle acque del lago più romantico del Trentino. La leggenda narra che la piccola penisola, un tempo isolotto, era abitata dalle fate. In questo contesto incantato vi attende Castel Toblino, maniero del Duecento, più volte rimaneggiato nel Cinquecento.

Lago e castello sono a circa quindici chilometri a ovest di Trento, in un paesaggio trapunto di verdi colline, vigneti, boschi di abeti e querce e viali di cipressi.

 

Castel Valer

Via Castel Valer, 21 – Tassullo

 

La sua torre spunta fra i frutteti della Val di Non – con i suoi 40 metri, è la più alta del Trentino. Aperto al pubblico da poco, dal 1368 è abitato dalla famiglia dei conti Spaur. Questa continuità ha permesso di conservare gran parte degli arredi e degli accessori originali, inclusi mobili, opere d’arte, oggetti d’uso quotidiano, suppellettili, armi, documenti, tappeti e arazzi.

Il complesso conta più di cento stanze; fra le più belle, la Sala degli Stemmi e le Sale Madruzziane.

 

Bastione di Riva

Via Bastione – Riva del Garda

 

A Riva del Garda le fortificazioni sono due: la prima, la Rocca, spunta su un isolotto artificiale, di fronte alla sponda del lago di Garda.

Il bastione, invece, sorge sulle falde del monte Rocchetta. Lo potete raggiungere in pochi minuti a piedi dal porticciolo di Riva, attraverso il bosco di pini neri. La struttura ha aspetto possente e severo. Il suo punto forte? La vista panoramica sul paese e sull’Alto Garda.

Per rendere la vostra esperienza indimenticabile non vi resta poi che pernottare in un selezionato hotel della collezione Dimore D’Epoca.

 

28 aprile 2017  |  categoria: Dimore D'Epoca

Lascia un commento