I 7 borghi più belli sul mare della Puglia

Nelle prossime righe vi condurremo per mano fra i borghi marinari più caratteristici della Puglia. Dal Gargano alla costa ionica, passando per il Salento: questa è la nostra selezione di mete per l’estate. Avete già fatto le valigie?

 

Peschici

Noto come la Perla del Gargano, il borgo di Peschici sorge su una rupe carsica a picco sul mare. Il panorama migliore è dall’alto del suo Castello Normanno, incluso nella cerchia di mura antiche.

Fra il porto e il borgo troverete la spiaggia di Marina di Peschici. Nei dintorni del borgo, fate caso ai trabucchi, complessi sistemi di pesca fatti di pali, fili e carrucole.

 

Vieste

Il centro storico di Vieste è arroccato su una piccola penisola di roccia del Gargano. Fra le sue casette bianche spicca il profilo tozzo e scuro del suo castello. Più in basso, nella parte piana della penisola, ecco il quartiere moderno. Ai lati della lingua di terra, due baie con spiagge sabbiose e acque cristalline.

 

Mola

A metà via fra Polignano e Bari, ecco Mola. Anche il suo centro storico è cinto da mura e torrioni d’età medievale. A difesa dell’abitato anche il Castello Angioino, eretto nel Duecento per respingere le incursioni dei pirati. Vicoli intricati e pittoreschi vi condurranno fra le meraviglie del borgo.

Fra le tante feste estive di Mola, vi segnaliamo la Sagra del Polpo (inizio agosto): sul lungomare della cittadina potrete gustare i panini con il polpo alla brace.

 

Polignano a Mare

Il suo centro storico è un intreccio di forme arabe, bizantine, spagnole e normanne. Il borgo spicca su uno sperone roccioso a tu per tu con il mare, nel blu dipinto di blu – Polignano ha dato i natali al cantante Domenico Modugno. Entrate nella città vecchia dall’Arco della Porta e scoprite le sue vie e i suoi anfratti segreti. Il panorama più suggestivo? Quello di Lama Monachile.

 

Monopoli

Le antiche mura e il Castello Carlo V annunciano il borgo di Monopoli, famoso anche con il nome di città delle cento contrade. Cosa fare? Passeggiare sul lungomare affacciato sul porto. Perdersi nelle stradine del centro storico, fra i locali tipici e i negozietti dell’artigianato locale.

Nei dintorni, le calette e le spiagge e il belvedere della Loggia del Pilato, una terrazza naturale affacciata sull’entroterra pugliese. Da non perdere nemmeno il Giardino Botanico Lama degli Ulivi, con grotte, chiese rupestri e più di duemila specie vegetali mediterranee.

 

Otranto

Sulla punta più orientale d’Italia, nel bianco accecante della pietra viva di Otranto. Tratti saraceni e fascino orientale, il suo borgo racchiude tanti gioielli. Ve ne segnaliamo tre: il Castello Aragonese, la Cattedrale dell’Annunziata e la Chiesa di San Pietro. Non mancate nemmeno il giro dei bastioni e una passeggiata fra i vicoletti che puntano al mare. La spiaggia più bella di Otranto? Per noi è quella di Baia dei Turchi, una lingua di sabbia bianca immersa nel verde selvaggio della macchia mediterranea.

 

Gallipoli

Nella città vecchia si rincorrono i palazzi della nobiltà salentina e le chiese barocche; su tutte, domina la Cattedrale di Sant’Agata. Scendete le scale che uniscono il centro storico al porto turistico per raggiungere la Spiaggia della Purità, appena sotto la chiesa omonima; è libera e sempre affollata in estate.

Se cercate gli stabilimenti balneari, puntate verso uno dei due litorali di Gallipoli, a nord e a sud rispetto alla città.

Per vivere la vostra esperienza indimenticabile non vi resta poi che pernottare in un selezionato hotel della collezione di Dimore D’Epoca.

27 luglio 2016  |  categoria: Dimore D'Epoca

Lascia un commento